• Viso > Correttore occhiaie, tutto quello che dobbiamo sapere

Correttore occhiaie, tutto quello che dobbiamo sapere

Tempo di lettura: 3 minuti

Se quando ci guardiamo allo specchio ci sentiamo la figlia di Dracula è evidente che abbiamo qualche problema di occhiaie. Queste possono essere passeggere, magari dovute a una felice notte di bagordi, oppure permanenti, causate da stati di anemia, allergie o peggio che mai perché ereditarie. In ogni caso, l'unica cosa che vogliamo è eliminarle subito! La tragedia si consuma quando dobbiamo partecipare a un evento importante, una cerimonia, una festa, una serata galante, insomma, in tutte quelle situazione che ci creano imbarazzo e sconforto, a meno che non sia la notte di Halloween dove, al contrario, potrebbero farci comodo. Se quindi non è il 31 ottobre, corriamo ai ripari, la bella notizia è che in commercio esistono diversi prodotti in grado di camuffare il problema, come il correttore occhiaie, il migliore amico delle donne che soffrono di questo inestetismo.

Cosa sono le occhiaie

Per prima cosa dobbiamo conoscere bene il nostro nemico per poterlo combattere in modo efficace a colpi di make up. Le occhiaie sono quegli orribili cerchi di diverso colore che si posizionano proprio sotto il nostro sguardo, appesantendolo e rendendolo vagamente macabro. Il colore delle occhiaie è variabile, si va da quelle meno evidenti, di color lilla chiaro, al verdognolo, per arrivare a quelle più scure, blu disperazione o viola indaco, le più difficili da coprire. Le occhiaie, in termini più tecnici, sono la conseguenza di un'eccessiva vasodilatazione dovuta ad allergie, notti insonni, anemia o, come detto, a fattori ereditari.

Quale correttore scegliere per ottenere i migliori risultati

Un mezzo molto efficace per coprire, e dunque rendere invisibile il problema, è il correttore occhiaie, un geniale cosmetico che può correggere e camuffare questo fastidioso inestetismo. In commercio se ne trovano di diversi tipi, vediamo quale scegliere secondo la diversa tipologia delle occhiaie in modo da ottimizzare l'effetto coprente.

Scegliere il prodotto giusto è fondamentale per un buon risultato. Le discriminanti principali che ci guideranno nella scelta corretta sono in primis il colore di occhiaie e correttore, e in secondo luogo tipo di pelle e texture del prodotto. Questo per evitare di accentuare ulteriormente il problema o creare un effetto cemento che invecchia sguardo e pelle.

Senza fare una lezione di pittura, prendiamo per buoni i concetti base dei colori complementari, quei colori che, sovrapposti, tendono ad annullarsi. Se non siamo cultrici del pennello, prendiamo questo come un dogma e, se ritenessimo di averne bisogno, procuriamoci un cerchio cromatico, cioè un cerchio dove sono presenti tutti i colori complementari posti uno di fronte all'altro, facili da individuare. A questo punto non ci resta che stabilire il colore delle nostre occhiaie. Se le abbiamo blu, guardando il cerchio cromatico, capiremo velocemente che il correttore occhiaie giusto per il nostro problema sarà con una colorazione che vira leggermente sull'arancio. In caso di occhiaie rosse sarà più indicato un correttore di colore verde, mentre se le nostre occhiaie sono viola, utilizziamo un correttore con tonalità che da sul giallo.correttore-occhiaie Correttore occhiaie, tutto quello che dobbiamo sapere

Questo è solo il primo step. Naturalmente per ogni correttore occhiaie esistono varie tonalità, bisogna sapersi districare tra le varie gradazioni presenti in commercio. Se una volta si diceva che la tonalità del correttore doveva essere più chiara della nostra pelle, oggi si è scoperto che il chiaro sull'oscuro dell'occhiaia non fa che accentuarne la presenza, meglio quindi orientarsi verso un tono su tono. Ora che abbiamo capito come scegliere il colore del nostro correttore occhiaie, dobbiamo anche capire quale acquistare in base alla tipologia di pelle. Partiamo da una pelle sottile, secca e un po' disidratata. In questo caso meglio scegliere un correttore liquido o cremoso, ma comunque fluido, in penna, stick o tubetto. Assolutamente proibiti quelli in polvere che accentuerebbero le piccole rughette sotto la rima inferiore. Se abbiamo una pelle mista o grassa, tendente al lucido, possiamo optare per un correttore minerale in polvere o in stick. Quelli troppo fluidi potrebbero accentuare l'effetto lucido, antiestetico e fastidioso.

Come applicare il correttore occhiaie in modo perfetto

Sembra banale, invece anche il modo di applicare il correttore è fondamentale per un risultato davvero perfetto. Se la nostra pelle è secca, prima di tutto, applichiamo una buona crema idratante. Ora procediamo con il correttore occhiaie da stendere con un pennellino piatto e uniformare picchiettando con il polpastrello dell'anulare. Per completare stendiamo con un pennello ampio un velo sottilissimo di cipria che servirà a fissare il tutto. Se la nostra è una pelle grassa o mista, applichiamo prima un primer per il viso, quindi procediamo alla stesura del correttore come descritto sopra. Se vogliamo possiamo anche stendere il fondotinta, avendo cura di asportare eventuali eccessi con una spugnetta idonea e fissando con la cipria trasparente.

Correttore occhiaie home made

Fare il correttore occhiaie in casa non è difficile, dipende dalla ricetta e dalla pazienza. Questo, per esempio è molto semplice. Dovremo procurarci dell'ossido di zinco, un pigmento compatibile col colore della nostra pelle, argilla bianca e burro di karitè. Poiché non si usano conservanti, è bene prepararne una piccola quantità da utilizzare entro pochi giorni e caso mai rifarlo non appena finito. Uniamo il pigmento all'argilla bianca aiutandoci con un cucchiaio. Incorporiamo l'ossido di zinco e il burro di karitè fino a ottenere un composto cremoso non troppo pastoso. Se preferiamo una consistenza più fluida possiamo aggiungere un cucchiaino di olio di mandorle dolci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.