• Viso > Come riconoscere e curare le malattie delle unghie

Come riconoscere e curare le malattie delle unghie

Tempo di lettura: 3 minuti

Avere delle unghie belle e forti è un desiderio comune, averle sane dovrebbe essere un impegno preso con noi stessi: purtroppo spesso non si riesce a mantenere lo stato ottimale delle unghie e compaiono fastidiosi, quanto allarmanti, inestetismi. Nei casi peggiori si può addirittura arrivare a perdere l'unghia. Ma come si presenta un'unghia sana?

Il suo aspetto è gradevole, armonico, il colore del letto ungueale è rosa chiaro e l'unghia appare ben salda al dito, liscia al tatto e resistente. Se però la nostra unghia non si mostrasse così e, anzi, evidenziasse delle caratteristiche inusuali, faremmo bene a rivolgerci al nostro medico di base che, secondo il caso, ci farà sottoporre a una visita specialistica.

Che cosa dobbiamo prendere in considerazione

Per capire se siamo affetti da malattie delle unghie dobbiamo prendere in considerazione alcuni parametri:scegliere-i-prodotti-giusti Come riconoscere e curare le malattie delle unghie

  • Per prima cosa osserviamo bene il loro aspetto: se il colore non è rosa, ma appare alterato, quasi sicuramente siamo davanti a un problema. Le unghie gialle, per esempio, sono sintomo di malattie quali micosi alle unghie o della psoriasi, patologia che non colpisce solo la cute. Ovviamente il tabacco contribuisce a conferire un colore giallino all'unghia, ma anche alla pelle delle dita.
  • In secondo luogo valutiamo la superficie: se passando un dito sull'unghia avvertiamo come dei solchi possiamo trovarci in presenza di funghi o patologie legate al funzionamento renale. In caso di alcuni eczemi, psoriasi e microtraumi le unghie possono presentare una superficie molto porosa, puntiforme.
  • Terza cosa da valutare la consistenza dell'unghia: le unghie che si sfaldano facilmente indica un disturbo imputabile all'età, a una carenza vitaminica o all'utilizzo di prodotti chimici troppo aggressivi, ma è anche indice di micosi. Al contrario, un ispessimento delle unghie si riferisce a svariate cause, tra cui disturbi circolatori e psoriasi.

Quali sono le principali malattie delle unghie

Le malattie delle unghie sono diverse, così come le loro cause, vediamone alcune tra le più comuni con relativi sintomi ed eventuali cure.

  • Il primo disturbo sono le macchie bianche non sono la manifestazione evidente delle bugie, come si suole raccontare nella tradizione popolare, la causa più comune è la formazione di bolle d'aria fra i cheratinociti, le cellule che compongono l'unghia. Le macchie possono mostrarsi con aspetti diversi, quelle più comuni sono dovute alla leuconichia punctata, se soffriamo di questo blando disturbo dovremmo notare anche un ispessimento dell'unghia.

    Cause

    Le cause sono diverse, da un disordine inerente la formazione della cheratina a patologie più serie legate all'apparato epatico. Più facilmente si tratta di carenza di calcio o di una leggera anemia, ma non è da escludere un attacco fungino.

In tutti questi casi è fondamentale un'alimentazione corretta a base prevalentemente di verdure, sali minerali, frutta. Se il problema è di modesta entità, una volta cresciuta l'unghia si taglia la parte con la striatura bianca. Se ricompaiono le macchie, meglio consultare il medico per escludere problematiche più importanti.

  • Un altro problema sono le unghie incarnite conosciuto anche col nome di onicocriptosi e indica appunto l'unghia che tende a "sprofondare" nel letto ungueale creando infiammazioni anche molto dolorose che, se non trattate tempestivamente possono necessitare di intervento chirurgico. Questo disturbo ha evidenziato un'incidenza maggiore tra i giovani, quindi in un'età compresa tra i 20-35 anni con più casi per il sesso maschile.

    Cause

    La causa principale sembra essere un letto ungueale inadatto, quindi troppo piccolo per ospitare correttamente l'unghia. Molta attenzione va fatta anche al taglio delle unghie che dovrebbero essere tagliate non troppo corte e senza punte ai lati in modo da sfavorire l'insorgenza del disturbo. Tra le cause più comuni anche l'artrite, il diabete e i traumi della zona.

    Sintomi

    I sintomi più evidenti sono sicuramente il dolore, talvolta gonfiore e la formazione di vesciche maleodoranti con liquido giallastro. Attenzione alle calzature, se sono troppo strette peggiorano la situazione. In questi casi bisogna indossare calzature comode. La guarigione delle unghie incarnite, salvo complicazioni, è spontanea, ma è molto importante disinfettare la zona infiammata e cercare di tenerla pulita.

  • L'onicomicosi è un disturbo dell'unghia dovuto alla presenza di miceti, microorganismi che alterano l'aspetto dell'unghia, modificandone colore e consistenza della superficie, e che si può manifestare anche con stati dolorosi. In questo caso è sconsigliato il fai da te, meglio rivolgersi al medico che ci prescriverà un trattamento antimicotico locale.
  • Questo inestetismo indica diverse problematiche dell'unghia. Dai traumi alla presenza di miceti, a una carenza vitaminica. Curiamo particolarmente l'attenzione e, se il disturbo persiste, facciamoci fare una diagnosi corretta.

Consigli per la cura delle unghie

A prescindere dal fatto che soffriamo o meno di un disturbo alle unghie, è bene porre su di esse la giusta attenzione, specialmente quelle dei piedi che vengono rispolverate solo per la bella stagione in vista delle scarpe aperte. Come già detto più volte curiamo l'alimentazione.scegliere-i-prodotti-giusti Come riconoscere e curare le malattie delle unghie

Beviamo molta acqua e cerchiamo di portare in tavola una dieta variegata e ricca di vitamine e calcio.Non indossiamo calzature di cilicio, non troppo a lungo almeno. Se abbiamo un problema alle unghie dei piedi le scarpe larghe e comode sono praticamente un obbligo. Facciamo attenzione ai prodotti che utilizziamo, come smalti, solvente, lime. Facciamo anche attenzione ai detergenti e abituiamoci a curare la pulizia non solo della superficie, ma anche del letto ungueale con uno spazzolino non eccessivamente duro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.