• Mani e Piedi > Riconoscere e curare la psoriasi delle unghie di mani e piedi

Riconoscere e curare la psoriasi delle unghie di mani e piedi


Riconoscere e curare la psoriasi delle unghie di mani e piedi
Vota questo articolo

Tempo di lettura:5 minuti

Le unghie di mani e piedi, come ogni altra parte del corpo umano, possono essere colpite da svariate patologie. A volte, i segni che si riscontrano sulle unghie, possono essere solo un sintomo di disturbi ben più gravi: per esempio quando l’unghia presenta linee orizzontali o verticali, può indicare che si soffra di qualche di malattia cardiovascolare o renale, carenze alimentari o può dipendere anche dall'avanzare dell'età.

Per ciò che riguarda invece le patologie proprie delle unghie, si deve fare una distinzione tra onicomicosi – funghi che proliferano al di sotto del manto ungueale e che arrivano a distruggere l’unghia – e la psoriasi ungueale, più comunemente detta psoriasi delle unghie. Se vuoi scoprire tutto ciò che riguarda questo tema, partendo dalle cause, come riconoscere il problema, fino ad arrivare ai trattamenti migliori per trattare questa patologia che mina anche la bellezza delle unghie delle mani e dei piedi, sei nel posto giusto.

Psoriasi delle unghie: conoscerla per combatterla

  • Iniziamo col dire che, la distrofia ungueale psoriasica od oicopsoriasi  – appellativi corretti della patologia -  colpisce prevalentemente persone giovani, dai 15 ai 35 anni, senza distinzione di sesso. Ciò non significa affatto che le persone di età più avanzata non ne siano colpite, ma lo sono con minor frequenza.
  • Contrariamente a quanto si pensi, non colpisce solo la pelle e le unghie, ma anche le articolazioni, con effetti invalidanti solitamente dovuti al dolore a braccia e gambe.
  • Di norma, l'onicopsoriasi aggredisce coloro che già soffrono già di una forma di psoriasi, malattia dermatologica infiammatoria e cronica della pelle, ma questi due disturbi non sono sempre legati: i medici osservano l’insorgere della psoriasi ungueale anche dopo che si è verificato un trauma fisico come una botta, un incidente, o psicologico. Effettivamente, tutta la rosa di diverse tipologie di psoriasi hanno spesso origini psicologiche post traumatiche: possono insorgere dopo un lutto o più tipicamente durante un periodo di forte stress.
  • La psoriasi delle unghie fa parte delle malattie autoimmuni, significa che l’organismo ha un’alterazione del sistema immunitario, e risponde alle aggressioni batteriche e virali in misura maggiore rispetto al normale. e ciò rende più difficile individuare una cura generica, perché ogni soggetto risponde in maniera individuale ai vari trattamenti.
  • La buona notizia è che non è una malattia contagiosa e non è mortale. La brutta notizia invece, è che nel mondo ben 80 milioni di persone soffre di psoriasi, e tra chi ne soffre, il 50% rischia di che il disturbo colpisca anche le unghie di mani e piedi. Non solo: chi è colpito dalla psoriasi, oltre a poter contrarre l'onicopsoriasi, ha maggiori probabilità di contrarre malattie quali il diabete, la depressione o l’artrite psoriasica, che può provocare dolore alle articolazioni.
  • Inoltre, si è notata una maggiore incidenza del disturbo nelle persone obese, che bevono alcool in grandi quantità o individui che assumono farmaci che hanno come effetti collaterali la possibile comparsa di psoriasi.

Come riconoscere la psoriasi delle unghie

Passiamo ora ai sintomi, importantissimi per distinguere una psoriasi ungueale da un fungo. La psoriasi ungueale può colpire una o più unghie, delle mani o dei piedi o di entrambe le estremità:

  • Tra i primi segnali che si riscontrano in presenza di onicopsoriasi, c'è il cosiddetto “pitting”: in pratica, le unghie colpite si presentano come punzecchiate con un punteruolo. Alcuni spiegano questo effetto associandolo all'immagine del ditale da sarta, che presenta appunto dei piccoli avvallamenti.
  • Oltre a questi piccoli affossamenti puntiformi, le unghie presentano sfaldamenti e anche distaccamenti, fino alla perdita dell’unghia nei casi più gravi se il problema non viene trattato con celerità.
  • Altro sintomo della psoriasi delle unghie è la trachionichia: in questo caso, l’unghia diventa rugosa, non più liscia, perde quindi la caratteristica brillantezza e la sua superficie diventa irregolare e opaca.
  • Poi c'è l'ipercheratosi, un ammassamento delle squame epiteliali su una zona laterale dell’unghia, che se non trattata adeguatamente, può provocare lo scollamento dal letto ungueale.
  • Attenzione quindi alle modifiche nel colore delle unghie, che si presentano con macchie bianco-giallastre, e a volte anche di color salmone. Solitamente sono macchie singole o a gruppi ravvicinati. Queste macchie vengono chiamate in medicina macchie di Gottron è sono un sintomo chiaro dell'insorgenza di questo disturbo.
  • Infine, le cosiddette linee di Beau: si presentano come solchi che attraversano le unghie trasversalmente. Però quest'ultimo elemento può presentarsi anche se non si è affetti da psoriasi delle unghie. Diciamo che, se si notano i sintomi descritti in precedenza e in più ci sono anche queste linee trasversali, il quadro clinico appare ancora più chiaro.

primi-segni-della-psoriasi-delle-unghie

L’importanza di agire in fretta

La psoriasi delle unghie non deve essere considerato esclusivamente un problema che riguarda la bellezza delle nostre mani:  infatti se non trattiamo questo disturbo velocemente, può provocare non solo la perdita delle unghie ma far insorgere forme reumatiche molto difficili da trattare che possono portare alla limitazione dei movimenti dovuta dal dolore.

Quindi: attenzione! Guardare sempre attentamente le unghie di mani e piedi, osservare un'igiene scrupolosa e quotidiana, non lasciare mai i piedi umidi dopo averli lavati e attenzione ai traumi: in caso di lesioni alle dita di mani e piedi, con conseguenti ematomi, una visita dal proprio medico di fiducia è consigliabile, se notate qualche anomalia.

Non bisogna poi trascurare l’aspetto psicologico derivante da questo disturbo: mostrare unghie malate, brutte da vedere, non fa certamente bene all'autostima. Ecco un altro buon motivo per correre immediatamente ai ripari!

Trattamenti naturali per la cura della psoriasi delle unghie

Dopo aver spiegato dettagliatamente che cos'è e come riconoscere la psoriasi delle unghie, possiamo passare alle cure, iniziando da quelle naturali. Attenzione però i rimedi naturali possono essere efficaci solo nei casi di psoriasi ungueale di lieve entità, nei casi più gravi, è necessario ricorrere a farmaci specifici, previa una visita medica.

I prodotti naturali che possono essere di aiuto, sono:

  • L’olio di Neem dalle spiccate proprietà antifungine e antibatteriche;
  • Il burro di Karitè, elasticizzante e normalizzante di cute e unghie;
  • Il gel di Aloe vera, protettivo e riequilibrante;
  • L’olio di mandorle dolci, aiuta a ripristinare le condizioni ottimali di pelle e annessi;

Se, come accennato, il disturbo è iniziale e di lieve entità, si può scegliere di applicare uno di questi elementi naturali quotidianamente sulle unghie colpite da psoriasi. Basta applicarli sulle unghie con un batuffolo di cotone, e lasciare asciugare senza risciacquare. La costanza darà ottimi risultati, inoltre questi prodotti non solo risultano degli ottimi rimedi ma aiutano anche a prevenire il problema.

primi-segni-della-psoriasi-delle-unghie

Rimedi farmaceutici

I rimedi farmaceutici arrivano in aiuto delle forme più estese e aggressive dell'onicopsoriasi, e di norma, sono consigliati dal dermatologo.

Normalmente, questi prodotti hanno azione cheratolitica, nel senso che sono in grado di eliminare dalle unghie gli ispessimenti tipici di questa patologia, contribuendo così a farle tornare in salute. Tra i prodotti cheratolitici più utilizzati e con ottimi risultati, gli smalti a base di urea, che normalizza la condizione delle unghie e le ammorbidisce.

Inoltre, in presenza di psoriasi più aggressiva, ecco venire in aiuto l’acido salicilico, contenuto in smalti curativi e pomate, e da utilizzare in abbinamento a trattamenti che ricostituiscano la naturale morbidezza delle unghie.

Conclusioni

La salute delle unghie delle mani e dei piedi non va mai sottovalutata. Un controllo quotidiano del loro stato deve entrare a far parte della nostra routine giornaliera, per non incorrere in problematiche che, spesso, possono degenerare in maniera anche severa, la psoriasi delle unghie di mani e piedi non è un disturbo grave ma, come abbiamo visto, può aggravarsi se non agiamo con il giusto tempismo, portando grossi danno al nostro organismo.

Riconoscere e curare la psoriasi delle unghie di mani e piedi
Vota questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *