• Mani e Piedi > Cause e rimedi immediati per contrastare le unghie fragili

Cause e rimedi immediati per contrastare le unghie fragili

Tempo di lettura: 3 minuti

Le tue unghie non hanno più un bell’aspetto? Sono segnate da antiestetiche striature e si rompono facilmente?

Niente paura! Un’adeguata alimentazione e alcuni semplici rimedi ti consentiranno di favorirne la rigenerazione e di restituire loro un aspetto sano e vitale. Vediamo nel dettaglio quali sono le principali cause che determinano questo disturbo e quali sono i rimedi e gli alimenti che ti permetteranno di avere di nuovo unghie belle e resistenti.

Quali sono le cause principali delle unghie fragili?

Il problema delle unghie fragili riguarda perlopiù le donne e le persone anziane. Esso è determinato da una carenza di cheratina, ovvero una proteina filamentosa presente nel nostro organismo e che è uno dei principali elementi costitutivi delle unghie.

alimentazione-anti-unghie-fragili Cause e rimedi immediati per contrastare le unghie fragili

  • La debolezza delle unghie, nella maggior parte dei casi, dipende da un regime alimentare scorretto, povero di vitamine, proteine e minerali, il quale non consente alla cheratina di riprodursi regolarmente;
  • In secondo luogo lo sfaldamento e l’indebolimento delle unghie possono essere causati da malattie della pelle (come la psoriasi) o da infezioni fungine (le cosiddette micosi ungueali): in questo caso le unghie, oltreché molli e poco elastiche, si presentano anche opache e ingiallite.
  • Le unghie fragili sono, inoltre, il sintomo di patologie di una certa importanza: esse potrebbero essere ricollegate,infatti a disturbi alla tiroide (ipotiroidismo) o a problemi cardiocircolatori;
  • Il contatto prolungato con sostanze chimiche molto acide o alcaline, d’altra parte, o i lavori usuranti esercitati senza la protezione dei guanti, possono avere un’influenza negativa sulla salute delle unghie;
  • Sottoporre, inoltre, le unghie a manicure prolungate e aggressive (si pensi ad esempio alla cosiddetta ricostruzione o alla colata di gel), infine, può stressarle fino al punto da disidratarle e renderle sfaldabili.

Le unghie sane, lo ricordiamo, sono lamine cornee traslucide che si presentano lisce, dure, omogenee, prive di ammaccature e di striature e fermamente fissate alla pelle nel letto ungueale.

Quali sono i primi sintomi che ci mettono in agguato?

Quando le unghie sono fragili, la loro struttura e la loro forma risulta alterata: essa, infatti, presenta striature verticali (onicoressi) ed è maggiormente predisposta allo sfaldamento o allo sdoppiamento della lamina (onicoschizia lamellina).

Le unghie, in altri termini, perdono di elasticità, sono molli e si rompono con estrema facilità.

Come prevenire le unghie fragili?

Per prevenire il problema delle unghie fragili è bene tagliarle e limarle regolarmente, curarne l’igiene, evitare di mangiarle e indossare i guanti quando si svolgono mansioni domestiche che richiedono il contatto con detersivi e detergenti (stesso discorso vale per coloro che lavorano a contatto con sostanze chimiche che possano alterarne la struttura).

Anche idratarle con apposite creme e/o oli (si pensi a quello a base di mandorle dolci o a quello a base di germi di grano) è un ottimo metodo per prevenirne lo sfaldamento.

Talora è anche opportuno sostituire ai tradizionali detergenti per le mani delle sostanze completamente naturali, come la farina di ceci, quella di avena o il ghassoul.

alimentazione-anti-unghie-fragili Cause e rimedi immediati per contrastare le unghie fragili

Qualche rimedio per la cura delle unghie

  • In primo luogo, per sopperire all’eventuale carenza di vitamine, sali minerali e proteine, che hanno determinato la debolezza ungueale, è possibile assumere integratori alimentari ad hoc in capsule o in gocce a base di cistina e metionina. Essi sono facilmente reperibili in farmacia.
  • Per rimettere in sesto la salute delle unghie e prevenire le unghie fragili è possibile massaggiarle quotidianamente con una miscela a base di olio extravergine di oliva e succo di limone.
  • Anche rinforzanti esterni a base di calcio e vitamine possono essere utili per rigenerare la salute ungueale.

L'importanza dell'alimentazione per rinforzare le unghie

Per combattere il problema delle unghie fragili è importante seguire una dieta che preveda alimenti ricchi di proteine, di sali minerali (calcio, zolfo, ferro, silice, zinco) e di vitamine (A, B, C, D, E, H).

I cibi da preferire, pertanto, sono:

  • Latticini, in quanto presentano un elevato contenuto di calcio;
  • Carne, legumi, pesce e uova in quanto sono ricchi di proteine;
  • Fragole e prugne, poiché garantiscono all’organismo un adeguato apporto di silice;
  • Riso integrale, patate e banane, per assicurare all’organismo un’adeguata assunzione di vitamina B;
  • Pesce azzurro, frutta e verdura gialla e arancione (come albicocche e carote), in quanto costituiscono una preziosa fonte di vitamina A;
  • Agrumi, kiwi e mirtilli, che garantiscono il giusto apporto di vitamina C;
  • Frutta secca e olio extravergine di olive per una adeguata assunzione di vitamina E;
  • Carni rosse e verdura a foglia verde per assicurare all’organismo un giusto apporto di ferro;
  • Decotto a base di equiseto e ortica, in quanto sono entrambi ricchi di sali minerali. In luogo dell’ortica è possibile utilizzare anche i semi di aneto, pure essi degli efficaci rimineralizzanti.

Ricordate che le unghie fragili (soprattutto se ildisturbo si protrae da parecchio tempo) potrebbero anche essere la manifestazione di un malessere più grave. Proprio per questo motivo è opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.