• Lifestyle > Conosciamo tutte le cause dell'irritazione alla gola

Conosciamo tutte le cause dell'irritazione alla gola


Conosciamo tutte le cause dell'irritazione alla gola
Vota questo articolo

Tempo di lettura:3 minuti

L’autunno pian piano ci porta verso il periodo delle piogge, delle basse temperature, delle festività natalizie e…del mal di gola. Malanno tipico dei periodi invernali, l’irritazione alla gola colpisce però anche con le temperature più calde, a seconda della causa scatenante. Ogni anno, a causa delle patologie irritative che colpiscono la gola, sono milioni le persone costrette a ricorrere alle cure del medico, altre invece scelgono i rimedi della nonna, con soluzioni naturali.

L’irritazione alla gola non deve mai essere sottovalutata, e se anche tu sai di cosa stiamo parlando, certamente vorresti anche trovare il giusto rimedio per questo problema che, oltre ad essere molto fastidioso, costringe spesso ad assentarsi dal posto di lavoro o dalle lezioni scolastiche, in quanto – nei casi più aggressivi – può davvero rendere difficile parlare, considerando che – uno degli aspetti peggiori – è l’abbassamento di voce che può provocare. Vediamo quindi come correre ai ripari, iniziando con un’analisi delle ragioni che possono provocare irritazione alla gola, la cui denominazione corretta è “faringite”.

Indice dell'articolo

Perché la gola brucia?

Le pareti della gola sono rivestite di mucosa, un tessuto che riveste - e protegge - alcuni organi interni, tra cui il cavo orofaringeo, di cui la gola fa parte. Quando la mucosa che riveste le pareti della gola viene attaccata da virus o microbi – anche se prevalentemente sono i virus a scatenare irritazioni - per reazione, scatta uno stato infiammatorio, che è – a tutti gli effetti – un campanello di allarme, che avverte che c’è qualcosa che non va. Ecco perché è importante comprendere le ragioni dell’irritazione alla gola, essendo il sintomo di una patologia possibilmente più grave.

Cosa causa l’irritazione alla gola?

  • Le cause a monte di un’irritazione alla gola possono avere origini di varia natura. Tra le prime ragioni, un abbassamento delle difese immunitarie è da prendere in considerazione. Periodi di stress, stanchezza, ma anche un’alimentazione squilibrata o una comune febbre o influenza può causare un indebolimento di tutto l’organismo, che risponde con episodi di infiammazione delle mucose, compresa la gola.
  • Se non sono le difese immunitarie l’origine dell’irritazione, è anche possibile che si stiano assumendo farmaci che, come effetto collaterale, causano irritazione proprio nel cavo orofaringeo. Ecco perché è sempre consigliabile parlare col proprio medico di fiducia e chiedere eventuali effetti collaterali possibili con l’assunzione di certe cure farmacologiche.
  • infiammazione-alla-gola-può-provocare-irritazioneInoltre, tra le cause più diffuse, un’infiammazione della gola può essere causata da virus o batteri, come accennato in precedenza. In questo caso, basta un raffreddore a scatenare il rossore e il conseguente bruciore tipico delle irritazioni alla gola.
  • In caso di irritazione provocata da virus, la trasmissione avviene comunemente attraverso la saliva – basta essere nel raggio di azione di una persona colta da un attacco di starnuti o anche semplicemente una stretta di mano – per cui è fondamentale prendere le dovute precauzioni nel caso in cui si abbiano contatti con persone che mostrino, in maniera evidente, i sintomi di un raffreddore acuto o di una influenza.Per ciò che riguarda la trasmissione, anche nel caso di un’affezione batterica, è meglio mantenersi a distanza di sicurezza da persone che starnutiscono e magari hanno occhi rossi, naso che cola e tosse.
  • Non bisogna poi sottovalutare le allergie. Spesso, alcune di esse si presentano in età adulta, e inizialmente non si associa l’irritazione alla gola con il contatto con l’agente allergizzante, che può essere la polvere, il polline o il pelo di animali domestici.
  • Se poi si soffre di reflusso gastroesofageo, uno dei più comuni sintomi di questa patologia che interessa il tratto epigastrico è proprio una terribile faringite. Ciò è dovuto al costante rigurgito di sostanze acide, che dallo stomaco arrivano fino alla gola, bruciando – letteralmente – la delicata mucosa che riveste la gola. In questo caso, è bene informare il medico di fiducia, affinché consigli la cura migliore per mitigare al massimo gli effetti degli acidi gastrici.
  • Per finire: se si svolge un lavoro in cui l’utilizzo della voce è predominante – non solo cantanti ma anche persone che parlano spesso durante il giorno – una delle reazione della gola è quella di irritarsi a causa dell’uso smodato delle corde vocali, ma anche perché, aprendo spesso la bocca per parlare, batteri e virus penetrano con più facilità attraverso la bocca e fino alla gola, insediandosi fino a provocare alterazioni alla mucosa.infiammazione-alla-gola-può-provocare-irritazione

Conclusioni

Che l’origine della gola irritata sia virale, batterica, allergica o di altra natura, l’importante – come per qualsiasi altro disturbo – è recarsi dal medico e verificare insieme la situazione, per poter poi mettere in atto le soluzioni migliori sia per mitigare il fastidio della gola che brucia, sia per debellare la patologia che ha scatenato il sintomo. Meglio sempre correre ai ripari che trovarsi con una faringite cronica, difficile da curare.

Conosciamo tutte le cause dell'irritazione alla gola
Vota questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *