• Lifestyle > Come abbronzarsi senza sole: ottenere una abbronzatura meravigliosa

Come abbronzarsi senza sole: ottenere una abbronzatura meravigliosa

Come abbronzarsi senza sole: ottenere una abbronzatura meravigliosa
Vota questo articolo

Tempo di lettura: 4 minuti

Sta per arrivare l’estate, le giornate si sono allungate – anche grazie al fatto che è scattata, come ogni anno, l’ora legale – e le ambite vacanze, per molti, sono una meta sempre più vicina.

Mare, montagne, viaggi all’estero… ognuno sceglie la meta che preferisce. Ma tutti, o quasi, desiderano una cosa: poter mostrare una magnifica abbronzatura, omogenea e che dia quel tocco di salute che solo i raggi del sole sanno donare alla pelle. Siamo proprio sicuri?

Effettivamente, un po’ a causa del buco nello strato di Ozono, che lascia passare in maniera più diretta – e quindi meno schermata e protetta – i raggi del sole, un po’ a causa dei cambiamenti climatici, prendere il sole non è più così salutare, a meno di proteggere bene la pelle di viso e corpo con prodotti schermanti adeguati.

Per avere la conferma definitiva, basta osservare come sono cambiati – negli ultimi anni – i prodotti solari: un tempo si trovavano molti prodotti senza filtro solare o a basso filtro solare. Oggi è diventato quasi impossibile, e le maggiori marche di prodotti cosmetici, propongono sul mercato creme, oli, gel e spume solari che hanno, come minimo, un filtro solare 6. Significa proprio che non è consigliabile stendersi al sole senza un’adeguata protezione ai raggi UV, che possono persino – nei casi più gravi e su soggetti predisposti – causare gravi malattie della pelle, come il temibile melanoma, uno dei tumori più aggressivi e pericolosi.

Ecco perché è diventato importante non solo schermare adeguatamente la pelle dall’azione dei raggi solari ma, in alcuni casi, pensare a soluzioni alternative, come ad esempio quella di abbronzarsi senza sole. Questo risultato è reso possibile attraverso diverse strategie, che scoprirai leggendo il resto di questo approfondimento.

Indice dell'articolo

Autoabbronzanti

Tra i prodotti più conosciuti per ottenere una bella tintarella senza esporsi al sole, ci sono gli autoabbronzanti. Quelli di ultima generazione, contrariamente ai prodotti che si usavano fino a una manciata di anni fa, garantiscono un risultato davvero apprezzabile: colorito molto simile all’abbronzatura naturale, che non verte verso un antiestetico colore giallo.Come-abbronzarsi-senza-sole

  • Una curiosità: questo tipo di prodotto, ha una storia antica. In pratica, agli inizi del secolo scorso, fu scoperto per caso -  come spesso accade – che un farmaco dedicato alla cura dei diabetici, l’Idrossiacetone, provocava un particolare effetto collaterale: macchiava di scuro la lingua di chi lo assumeva.
  • Furono fatti diversi studi su eventuali usi alternativi dell’Idrossiacetone, arrivando ad impiegarlo per creare preparati in grado di scurire la pelle.
  • La cosa importante, quando si usa un autoabbronzante, è fare molta attenzione alla stesura del prodotto sulla pelle, in maniera da non creare zone più o meno scure.
  • Oltre ciò, il consiglio è quello di effettuare uno scrub sulla pelle del viso e del corpo, prima di procedere al trattamento, in modo da allisciare la pelle e consentire iun miglior risultato.

Le formule in commercio attualmente soddisfano ogni tipo di esigenza: creme, spray, gel, salviettine e guanti impregnati di prodotto. Ognuno sceglie ciò che preferisce, e persino l’intensità dell'abbronzatura che si desidera ottenere. Questi prodotti si trovano in vendita in profumeria, presso le farmacie con settore cosmetico, nei supermercati e anche online, a prezzi diversi a secondo della casa produttrice.

ATTENZIONE: l’abbronzatura ottenuta con i prodotti autoabbronzanti non protegge dall’esposizione ai raggi solari. Di conseguenza, si dovrà proteggere la pelle con filtri solari adeguati non appena ci si esporrà al sole.

Lampade solari

Un altro metodo, largamente diffuso, per ottenere l’abbronzatura senza esporsi al sole, è la lampada solare. Anche in questo caso l’evoluzione tecnologica ha consentito di migliorare moltissimo i macchinari che si utilizzano a questo scopo, che oggi garantiscono il risultato desiderato, senza aggredire troppo la pelle.

Le lampade solari professionali si trovano presso certi centri estetici, e oggi – solitamente – sono più utilizzate le cabine solari, anche aperte nella parte laterale, per non dare claustrofobia ai soggetti piu sensibili. È necessario però, anche in questo caso, seguire alcune regole:

  • Preparare la pelle con uno scrub prima di sottoporsi alla lampada solare;
  • Proteggere la pelle con una crema solare con filtro alto durante le prime sedute;
  • Proteggere sempre gli occhi con gli appositi occhialini;
  • Dopo l’esposizione, stendere una crema nutriente sulla pelle;

ATTENZIONE: per chi assume farmaci che creano fotosensibilità e reazioni di sensibilizzazione cutanea, come ad esempio i contraccettivi orali, gli antinfiammatori e gli antibiotici.

Integratori alimentari

Sarebbe bello poter disporre di una formula da assumere per via orale per ottenere una meravigliosa abbronzatura senza esporsi al sole, vero? La buona notizia è che ci stanno pensando. Ebbene si: il settore della tintarella senza sole è talmente attivo, e la richiesta così pressante da parte del mercato, che molti laboratori di ricerca stanno lavorando alacremente per far si che questo sogno diventi realtà.Come-abbronzarsi-senza-sole

Bisognerà però attendere che, una molecola che è stata sintetizzata proprio a questo scopo, sia sperimentata sugli esseri umani. Dopo questa fase, si dovrà attendere che venga approvata dal mondo scientifico e poi immessa sul mercato per la commercializzazione.

Nel frattempo però, si possono assumere determinati integratori alimentari – disponibili già da alcuni anni sul mercato – che hanno la proprietà di stimolare la produzione di Melanina, quel pigmento prodotto da alcune cellule, che è all’origine della tintarella che è poi, a tutti gli effetti, la reazione che la pelle mette in atto per proteggersi dall’azione dei raggi UV.

Forse non tutti sanno che, lo stesso tipo di stimolazione, si può ottenere introducendo nella dieta quotidiana alcuni alimenti, quali:

  • Mirtilli;
  • Pomodori;
  • Ciliegie;
  • Cocomero;
  • Prugne;
  • Uva nera;
  • Radicchio rosso;
  • Albicocche;

Conclusioni

Se non si vuole arrivare in spiaggia con lo stesso colore pallido della stagione invernale, si può decidere di attuare una delle strategie descritte in questo articolo. In ogni caso, la parola d’ordine – quando ci si espone ai raggi solari – dovrà essere: prudenza. Le malattie legate all’esposizione selvaggia ai raggi UV sono sempre in agguato. Meglio usare cautela.

Come abbronzarsi senza sole: ottenere una abbronzatura meravigliosa
Vota questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *