• Lifestyle > Che cos'è la sinusite: scopriamone tutti i segreti

Che cos'è la sinusite: scopriamone tutti i segreti


Che cos'è la sinusite: scopriamone tutti i segreti
5 (100%) 1 vote

Tempo di lettura:3 minuti

Esistono alcune patologie, di cui si parla sempre troppo poco, che eppure interessano una larga fetta della popolazione a livello nazionale. Tra di esse, possiamo trovare sicuramente la sinusite che rappresenta un vero problema per circa 4 milioni di italiani: numeri da epidemia…

Anche tu ne soffri o temi di soffrirne? Scoprirlo, con l’aiuto del tuo medico di fiducia, non è difficile. Ricorrere al medico di fiducia è essenziale, dal momento che molte persone confondono la sintomatologia della sinusite con altri tipi di malanni, ritardando – anche di molto – l’assunzione delle giuste terapie contro questo disturbo che può realisticamente invalidare le giornate di chi ne soffre.

Segui questo articolo, e troverai molte spiegazioni utili sia sull'origine della malattia sia sulle sue varianti: può aiutarti a comprendere meglio non solo i sintomi ma anche le migliori strategie strategie da mettere in atto per vivere meglio.

Che cos'è la sinusite e quali sono le cause che la provocano

Innanzitutto, è bene sapere in maniera approfondita da cosa deriva la sinusite o rino-sinusite. Per comprendere meglio la problematica, è bene conoscere un poco la morfologia dell’apparato respiratorio che collega il naso e la bocca ai polmoni. Hai mai sentito parlare di seni paranasali? Sono – praticamente – due anse che si trovano in prossimità del naso e che durante gli atti respiratori si riempiono di aria.

sintomi-della-sinusite-sul-seno-paranasale

Hanno una valenza molto importante per la salute di tutto l’organismo, in quanto servono non solo a intiepidire l’aria che immettiamo durante la respirazione, ma controllano il grado di umidità dell'aria e se otturati hanno delle ripercussioni sul nostro tono della voce. I seni paranasali sono anche dei cuscinetti protettivi in caso di urti al viso violenti al viso. Insomma: in pochi sanno cosa siano, eppure sono così importanti! Quando, per una serie di scompensi nel processo tra l’immissione ed emissione di aria, batteri e virus vanno a colonizzare l'interno dei seni paranasali, ecco che scatta l’infiammazione con conseguente sinusite.

Rispondendo quindi alla domanda che cos'è la sinusite possiamo dire che si tratta di un'infiammazione dei seni paranasali provocata da  un virus, più raramente da batteri o funghi. La sinusite si presenta in forma acuta o cronica: nel primo caso si tratta di un episodio sporadico che ci infastidirà per almeno una settimana che però va trattato con attenzione altrimenti potrebbe trasformarsi in sinusite cronica, che comporta l'insorgenza periodica del disturbo nel corso degli anni.

Sintomatologia della sinusite

Come accennato in precedenza, la sintomatologia della sinusite – in special modo nelle fasi iniziali – può trarre in inganno. Eh si, perché si presenta pressappoco come un comune raffreddore: occhi rossi, naso chiuso, produzione abbondante di muco. Ovviamente, questa iperproduzione di muco porta a soffiarsi spesso il naso, e col passare dei giorni, subentra il mal di testa e il dolore al naso o alla fronte, accompagnato a volte anche da un senso di spossatezza generale.

Se però questi sintomi non accennano a passare e anzi, continuano a peggiorare e a essi si aggiunge anche qualche linea di febbre – temperatura corporea che resta costante intorno ai 37/37.5° - dolore persistente alla testa e anche al volto, in special modo nella regione delle mascelle, il campanello di allarme deve necessariamente scattare e far decidere per l’unica saggia decisione: andare dal medico, che prescriverà alcuni esami utili a confermare che – effettivamente – non si tratta di raffreddore bensì di sinusite.

La cura, generalmente, prevede l’assunzione di antibiotici mirati, prodotti a base di cortisone e mucolitici, per rendere più fluida la produzione abbondante di muco.

 

Sinusite: batterica, virale o micotica?

Le ragioni a monte della sinusite possono essere diverse. È bene quindi conoscerne l’origine, per affrontare – col proprio medico – il problema.

  • Nella sinusite di origine batterica, i colpevoli sono generalmente tre tipi di batteri: lo Streptococcus pneumoniae, l’Haemophilus influenzae e la Moraxella catarrhalis.
  • Se invece la sinusite ha origine virale – la forma più diffusa – ecco che a provocare la malattia troviamo i cosiddetti Rhinovirus, che penetrano nell'organismo attraverso la respirazione.
  • In ultimo, la sinusite può essere scatenata da funghi. In questo caso, si parla – nella maggior parte dei casi di Aspergillus e con minore frequenza, degli agenti micotici denominati CurvulariaBipolarisAlternariaCandidaSporothrix o altri ancora. Attenzione a questa tipologia di sinusite, che può trasformarsi in una forma cronica e di una certa gravità.

Conclusioni

Anche nel caso della sinusite, prevenire è meglio che curare. In special modo nella stagione fredda, si deve evitare al massimo il contatto diretto con persone raffreddate, l’esposizione ad agenti batterici che possono predisporre l'insorgenza della patologia, l’assunzione di farmaci che possono – come effetto collaterale – scatenare un attacco di sinusite, e anche verificare la presenza di eventuali polipi nasali o deviazione del setto nasale, che possono contribuire notevolmente alla diffusione di batteri e virus nei seni paranasali.

Peraltro, è bene rivolgersi al medico ai primi sintomi di quello che può apparire come un raffreddore più violento, per non rischiare che la malattia cronicizzi o diventi ricorrente. Paziente informato, mezzo salvato…

Che cos'è la sinusite: scopriamone tutti i segreti
5 (100%) 1 vote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *