• Lifestyle > Quali sono i vantaggi che il betacarotene porta all'abbronzatura

Quali sono i vantaggi che il betacarotene porta all'abbronzatura

Tempo di lettura: 3 minuti

Il beta carotene, sostanza presente nelle carote, nei peperoni ed altre tipologie di frutta e verdura, è una pro-vitamina (vitamina non ancora attiva, precursore della vitamina A) che ha numerose proprietà sul piano nutrizionale ed è salutare inserirla nelle nostre abitudini alimentari giornaliere anche se in piccole dosi.

Il beta carotene si attiva in parte nell'intestino ed in parte nel fegato ma, se uno di questi due organi ha problemi (infezioni o disordini gastrointestinali oppure a livello del fegato), prima di assumerlo è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico per non incorrere in sgradevoli complicanze.

Che cos'è il betacarotene

Il beta carotene è un potente antiossidante che contrasta l'invecchiamento della pelle, contiene la vitamina A, elemento veramente importante per avere una bella abbronzatura poiché stimola la melanina, sostanza naturale presente nell'epidermide con la funzione di proteggere la cute dalle aggressioni dei raggi solari e, se ci si espone al sole, la pelle reagisce, produce melanina e di conseguenza si abbronza. La melanina è un insieme di pigmenti neri, bruni o rossastri, prodotti da alcune cellule che danno ad ogni individuo la colorazione dell'epidermide, dei capelli e delle iridi degli occhi e forma uno schermo protettivo per la nostra cute.

Integratori alimentari a base di beta carotene

Il beta carotene è conosciuto come il miglior integratore per l'abbronzatura “una capsula al giorno e la tua pelle sarà preparata in modo adeguato per affrontare il sole”.

betacarotene-per-abbronzatura Quali sono i vantaggi che il betacarotene porta all'abbronzatura

Il beta carotene è in commercio anche sotto forma di integratore solare in compresse e, se assunto un mese prima dell'esposizione ai raggi solari, facilita e migliora l'abbronzatura senza rischi e pericoli per la salute e aiuta a prevenire le scottature solari di chi ha la pelle sensibile e molto chiara (fototipo I e II) oppure per le persone che non hanno avuto l'opportunità di esporsi al sole da molto tempo aiutandoli così ad adattare la pelle ai potenti raggi dell'estate.

Gli integratori alimentari a base di beta carotene promettono una facile ed intensa abbronzatura, aiutano la pelle a dorarsi in modo veloce, omogeneo e senza chiazze contrastando il comparire delle rughe, attivano le difese cutanee e limitano eventuali danni causati da una lunga esposizione ai raggi UV.

Gli integratori per migliorare l'abbronzatura contengono le vitamine E e C, vitamina PP, licopene, e, fra gli stimolatori della melanina, oltre al beta carotene che viene trasformato in vitamina A, abbiamo anche il selenio (metalloide) e la tirosina (aminoacido che aiuta a creare melanina). Leggere sempre sull'etichetta del prodotto che acquistiamo le quantità ammesse dalla normativa per non superare i limiti di sicurezza mescolando le sostanze presenti negli integratori con altre che assumiamo magari con le medicine.

Creme che contengono beta carotene

In commercio sono in vendita le creme mirate ad attivare la melanina che contengono ingredienti stimolanti fra cui il beta carotene, lo zafferano che agisce sul rossore, la lavanda dal forte effetto lenitivo, la vitamina C potente antiossidante, permettendo di ottenere con un esposizione giornaliera di circa 10 minuti, un colorito intenso ed uniforme. Attenzione a non confondere gli attivatori con gli intensificatori dell'abbronzatura che invece contengono sostanze coloranti naturali come il caramello, l'henné, la noce nera oppure artificiali come la molecola che è la base per gli autoabbronzanti: il DHA.

betacarotene-per-abbronzatura Quali sono i vantaggi che il betacarotene porta all'abbronzatura

Non bisogna dimenticare però di scegliere sempre una crema solare con la protezione adatta al nostro incarnato perché una crema a base solo di attivatori della melanina non protegge dagli effetti dannosi del sole. Una bellissima carnagione abbronzata si può ottenere anche applicando una crema con un alto grado di protezione e bisogna ricordarsi di usarla anche nelle giornate nuvolose poiché i raggi del sole sono ugualmente forti.

Il Professor Nicola Sorrentino, specialista in scienza dell'alimentazione e dietetica, idrologia, climatologia e talassoterapia, in un'intervista rilasciata sul settimanale GIOIA del 2016 spiega se e quando siano efficaci gli integratori per l'abbronzatura a base di beta carotene consigliandoli come valido aiuto a protezione della pelle dal danno ossidativo e atti a stimolare la produzione di melanina anche se i medesimi risultati si potrebbero ottenere con una dieta varia e ricca di vegetali, agrumi, pesce azzurro, latte e suoi derivati, noci, mandorle, olio d'oliva e germe di grano. Non essendo possibile seguire un'alimentazione così varia, può risultare necessario assumere gli integratori per arricchire la nostra dieta anche se questi non hanno la funzione di accelerare il processo che porta all'abbronzatura ma sicuramente la rendono migliore rispettando, naturalmente, le esposizioni al sole in modo graduale.

Mentre gli effetti del beta carotene erano controversi, studi recenti pubblicati sulla rivista Photochemistry and Photobiology, hanno dimostrato che integrare nella dieta per almeno 10 settimane questa sostanza prima di fare i bagni di sole, è molto efficace contro le scottature. Gli scienziati tedeschi, dopo aver dimostrato il reale beneficio del beta carotene contro il sole, hanno anche stabilito che i suoi effetti aumentano con il prolungarsi dell'assunzione e calcolato che, per una protezione efficace, deve essere preso almeno 10 settimane prima del'esposizione ai raggi UV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.