• Lifestyle > Guida completa a tutti i tipi di attivatori dell'abbronzatura

Guida completa a tutti i tipi di attivatori dell'abbronzatura

Tempo di lettura: 3 minuti

Quando parte la missione tintarella, con l'aiuto di un attivatore tutto diventa più semplice! Chi desidera anticipare le tappe e ottimizzare i tempi dell'abbronzatura ha a disposizione tanti prodotti che vanno a stimolare la melanina per avere la pelle già pronta ad affrontare i bagni di sole. I cosiddetti “attivatori dell'abbronzatura” sono reperibili in tante formulazioni e, oltre a stimolare il principio attivo hanno di solito anche azione anti age intensificando le difese della pelle grazie all'apporto di sostanze nutritive che ne preservano il naturale equilibrio.

Che cosa sono le creme che attivano l'abbronzatura?

In commercio esistono delle creme che vanno applicate almeno 3 settimane prima dell'esposizione al sole per preparare la pelle e, con la corretta idratazione, aiutano ad avere un'abbronzatura più duratura. In genere queste creme hanno componenti di origine vegetale come l'olio di karitè e l'estratto di papaia, sono di facile assorbimento e donano una sensazione di freschezza.

attivatore-dellabbronzatura Guida completa a tutti i tipi di attivatori dell'abbronzatura

I sieri per l'abbronzatura preparano la pelle all'esposizione al sole e sono consigliati per chi ha problemi a stimolare la melanina e per prolungare il colore ambrato sulla pelle che il sole ci dona. Sono veri e propri trattamenti da iniziare una quindicina di giorni prima di affrontare i raggi del sole intensi dell'estate e vanno applicati  tutti i giorni con costanza.

Non esistono solo creme per l'abbronzatura?

Anche i gel sono adatti ad attivare la melanina, contengono principi attivi come l'unipertan (principio attivo che contiene tirosina, vitamina B2, ATP, idrolisato di collagene) e l'eritrulosio (ingrediente usato per autoabbronzanti) la cicoria e la muira puama (erba officinale). Vanno applicati qualche settimana prima di esporsi al sole, hanno una texture leggera, non ungono e sono adatti a qualsiasi tipo di pelle. Ricordarsi sempre, prima di esporsi al sole, di  usarli accompagnati da una protezione solare adeguata al proprio fototipo.

Sempre in commercio si può trovare un altro valido aiuto per un'abbronzatura duratura e luminosa. Stiamo parlando del'acqua attiva abbronzatura, leggera, venduta in flacone spray che dona una sensazione di freschezza ed è arricchita con estratto poliattivo di Eringio Marino (pianta che aumenta la produzione di melanina e salvaguarda la pelle).

Come dimostrato gli integratori solari contengono sostanze adatte per attivare la melanina e potenziare i naturali meccanismi di protezione della pelle. Se vengono usati insieme ai tanti cosmetici adatti, risulteranno un valido aiuto per ottenere un bel colorito dorato con la possibilità di mantenerlo più a lungo aiutando così la pelle ad assorbire meglio i raggi solari e proteggerla da eventuali danni. Il trattamento va iniziato almeno tre settimane prima dell'esposizione al sole per dare il tempo necessario di prepararsi specialmente per chi ha una pelle fotosensibile, evitando così eritemi e scottature. Sul mercato ne esistono di diverse marche e sono tutte equivalenti.

Le compresse che attivano l'abbronzatura, di solito a base di tirosina e betacarotene, contengono sostanze utili per favorire la produzione della melanina e permettere anche alle pelli più chiare di ottenere una tintarella intensa, duratura e senza rischi.

L'attivatore  dell'abbronzatura non è un autoabbronzante

Naturalmente l'attivatore dell'abbronzatura non è un autoabbronzante ma aiuta la pelle a prendere in tempi brevi quel bellissimo colore dorato e va usato una volta al giorno, dopo la doccia, anche quando non andremo a prendere il sole ma per sfruttare al massimo i suoi raggi, magari nei fine settimana.attivatore-dellabbronzatura Guida completa a tutti i tipi di attivatori dell'abbronzatura

Una particolare attenzione va presa quando ci esponiamo al sole di montagna: tanto più si sale di quota e tanto maggiore è la quantità di radiazioni solari che aggrediscono la nostra pelle. Ciò vuole significare che a 1500 metri d'altitudine l'intensità è maggiore di circa il 25% rispetto al mare e la neve, in inverno, riflette le radiazioni e produce un “effetto specchio”. Ecco perché il consiglio di preparare l'epidermide ai potenti raggi UV per non andare incontro a spiacevoli e dannose scottature, è un utile consiglio da prendere in considerazione e da ricordarsi sempre.

Quando usare gli attivatori dell'abbronzatura

  •  In primavera quando inizieremo ad esporci al primo sole in una pausa di relax, prima di una bella passeggiata a piedi o in bicicletta;
  • All'inizio dell'estate qualche giorno prima di un bel fine settimana al mare, in montagna e sempre prima di esporsi al sole;
  • Durante l'estate prima di recarsi in spiaggia, in barca, in piscina ed in montagna;
  • In inverno prima di una bella giornata sulla neve.

Alimenti per stimolare l'abbronzatura

L'alimentazione è molto utile per risvegliare la melanina e fare in modo di ottenere un'abbronzatura in poco tempo. Carote, spinaci, radicchio, albicocche, meloni gialli, peperoni, pomodori, sedano, pesche, cocomeri e ciliegie sono cibi “super abbronzanti” che, se assunti regolarmente nella dieta quotidiana, aiutano sicuramente ad ottenere ottimi risultati e, se uniti ad un attivatore dell'abbronzatura ed un prodotto specifico per la protezione solare, regaleranno la tanto amata tintarella senza spiacevoli sorprese di eritemi, scottature ed inestetici arrossamenti.

Gli attivatori dell'abbronzatura non fanno male ma riescono anzi a preparare la nostra pelle al sole nel migliore dei modi formando una sorta di schermo protettivo che impedirà di scottarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.