• Lifestyle > Anello per non russare: che cos'è e come funziona

Anello per non russare: che cos'è e come funziona

Tempo di lettura: 3 minuti

Forse non tutti sono al corrente del fatto che, nel nostro paese ma non solo, la prima causa di divorzio per motivi sanitari è una patologia molto diffusa ma poco presa in seria considerazione: la roncopatia, cononsciuta anche come russamento.

Ovviamente, non si tratta di casi di russamento lievi, ma di quelle persone – generalmente di sesso maschile – che, non appena si addormentano, iniziano a generare un rumore a volte assordante, che non consente a chi dorme accanto, e persino a chi dorme nello stesso appartamento ma in una camera diversa, di potersi addormentare e fare le sacrosante otto ore di sonno.

Molte persone, che subiscono per anni un russatore di questo calibro, a un certo punto non ce la fanno più, e arrivano a dormire in stanze separate, litigare e in rari casi a dividersi. Purtroppo è un problema preso molto alla leggera, in special modo da chi russa, che ritiene – quasi sempre – di non russare poi così forte. Certo: loro dormono nel frattempo! Alcune persone arrivano a registrare i russamenti notturni, per far capire al russatore di turno il livello di fastidio che provoca russando.anello-per-non-russare Anello per non russare: che cos'è e come funziona

Alla base di questa problematica ci sono il sovrappeso, ma anche il vizio del fumo e l’abuso di alcol. In altre situazioni, anche se con percentuali minori, si parla di malformazioni delle prime vie aeree. Insomma: una vera tragedia.

In considerazione del fatto che è una problematica molto sentita – da chi vive con un russatore grave – e che, appunto, si arriva anche al divorzio, alcune aziende hanno tentato di trovare una soluzione al problema, realizzando alcuni prodotti che possono effettivamente aiutare. Uno di questi prodotti è l’anello anti russamento ed è proprio di questo che parleremo oggi.

Che cos'è l'anello per non russare

L'anello per non russare nasce dall’idea di sfruttare il metodo della medicina alternativa, denominato digitopressione. In pratica attraverso questa tecnica, che si attua premendo ritmicamente alcuni punti chiave del corpo, si otterrebbero diversi benefici, come confermano molti di coloro che la utilizzano per diverse tipologie di disturbi.

Per ciò che riguarda il russamento, esercitando delle pressioni in un determinato punto della mano, sembra che chi lo indossa e soffre di roncopatia, ha come risultato quello di smettere di russare!
È – a tutti gli effetti – un vero e proprio anello da infilare al dito, e solitamente viene realizzato in argento, per farlo apparire più come un ornamento che come un congegno terapeutico.
Un’idea geniale! Vediamo quindi come funziona…

Ecco come funziona l’anello anti russamento

Come accennato, si tratta di un anello come tanti altri, almeno all’apparenza. Un cerchio di metallo o di argento, da infilare al dito mignolo. Alla base di questo congegno, vi sono alcuni punti della digitopressione terapeutica, che si trovano proprio nel dito mignolo, e per far si che questi punti vengano stimolati, nella parte interna dell’anello – quella a contatto con la pelle per intenderci – ci sono alcune protuberanze, che vanno a toccare e stimolare i punti che – secondo la medicina alternativa – producono il risultato desiderato: chi lo indossa smette di russare.

Per ottenere il massimo beneficio, l’anello deve essere indossato mezz’ora prima di andare a dormire, in maniera che la stimolazione inizi per tempo. A quanto pare, è una tecnica che funziona, e considerando il fatto che non è invasiva e priva di effetti collaterali, direi che ne vale la pena di provare.anello-per-non-russare Anello per non russare: che cos'è e come funziona

Curiosità: ecco chi ha inventato l’anello per non russare

Se ti stai chiedendo a chi mai possa esser venuta in mente un’idea – geniale – del genere, è presto detto: a una donna. Più precisamente a una ex giornalista inglese della BBC, Rosie Millard, stanca di passare le notti in bianco a causa del fatto di avere accanto, nel letto, un marito russatore.

Pensa che ti ripensa, Rosie ha trovato una soluzione: l’anello magico. Il nome del prodotto, la cui produzione è affidata a un’azienda inglese è “Good Night”, denominazione scelta non a caso, visto che promette non solo di far passare notti serene a chi dorme con accanto un russatore, ma può davvero evitare conseguenze peggiori, come il divorzio.

Il prezzo dell’anello in argento è tutto sommato abbordabile, intorno alle 30 sterline, circa 35 euro. Considerando la sua azione, li vale davvero tutti. A garanzia dell’affidabilità dell’anello anti russamento, l’azienda produttrice ha anche realizzato uno studio su 153 persone che russano in maniera molto rumorosa, e i risultati sono davvero sorprendenti: l’anello è stato fatto indossare per un periodo di 2 settimane. A quanto pare, il 68% di chi si è sottoposto al test, ha di molto migliorato la roncopatia, ma ci sono stati anche casi di persone che hanno totalmente smesso di russare. Insomma: forse è stata davvero trovata la soluzione a un problema antico come gli esseri umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.