• Corpo > Tutte le soluzioni per ridurre il grasso addominale

Tutte le soluzioni per ridurre il grasso addominale

Tempo di lettura: 3 minuti

La pancia è una zona di grande interesse per gli amanti della cultura estetica: tutti vorremmo averla piatta, scolpita e con un girovita sottile. Il grasso addominale non è solo un problema estetico e resta il più temuto perché, a differenza di quello sottocutaneo, si concentra nell'ipoderma (lo strato più profondo della cute) ed è molto più resistente a scapito della nostra salute aumentando così il rischio di malattie cardiovascolari, colesterolo, ipertensione e diabete di tipo due.

La tanto odiata pancetta, problema estetico non da poco che a volte toglie la fiducia in noi stessi, è data principalmente da un accumulo di carboidrati concentrati maggiormente nel pasto della sera, dai grassi animali, dagli alcolici ma anche dall'eccesso di stress e, non ultimo, dall'invecchiamento a causa del quale si verificano variazioni ormonali sia nella donna che nell'uomo.

Il dimagrimento localizzato non esiste

Dobbiamo essere consapevoli che è quasi impossibile intervenire in modo efficace solo sul dimagrimento addominale poiché la riduzione dei grassi è un processo generale regolato quasi esclusivamente dall'organismo quindi iniziamo a dimagrire in modo generale per poi concentrarsi con esercizi mirati per rendere il nostro addome il più tonico possibile. Non illudetevi il dimagrimento localizzato non esiste: se volete la tartaruga fare addominali tutti i giorni non vi aiuterà ad eliminare il grasso che copre i vostri muscoli addominali.

Cosa fare per avere una pancia piatta?

Due sono i provvedimenti da prendere per avere e mantenere una pancia piatta.

  1. L'alimentazione corretta, che non vuol dire necessariamente dieta ferrea.
  2. L'attività fisica costante e mirata ad aumentare massa muscolare con aggiunta esercizi di cardio HITT.

Che cosa mangiare

  • Per prima cosa eliminiamo il cosiddetto “cibo spazzatura” come patatine, fritti, hamburger, wurstel, hot dog, dolciumi, bibite gassate, alcolici, insaccati, formaggi freschi ed evitiamo accuratamente i fast-food. Questi alimenti sono ricchi di zuccheri artificiali, colesterolo e sodio. Dice Wikipedia “ Uno studio condotto da Paul Johnson e Paul Kenny dello Scripps Research Institute nel 2008 ha suggerito che il consumo di cibo spazzatura alteri l'attività cerebrale in modo simile a quello provocato dalle sostanze stupefacenti quali la cocaina e l'eroina”.
  • Un consiglio utile è bere molto durante la giornata: il consumo di almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno aiuterà a rimanere idratati ed eliminare le tossine che si accumulano dentro il nostro corpo e dobbiamo concentrarci su alimenti ricchi di fibre come cereali integrali, noci, legumi, frutta e verdura che sono utili per una buona digestione e migliorano il transito intestinale contribuendo a contrastare l'aumento di zucchero nel sangue. Aiuta molto inserire nella dieta succo di mela, pere, lenticchie, arancia e succo d'arancia, uva, yogurt magro, fagioli cannellini, frutti di bosco, carota cruda. L'unione di una moderata quota di proteine magre come il pollo ed ilpesce azzurro ricchi di Omega3 e di grassi scelti come l'olio extravergine d'oliva, consentono di controllare il “senso di fame”.

esercizi-per-bruciare-i-grassi Tutte le soluzioni per ridurre il grasso addominale

Che attività fisica svolgere per ridurre il grasso addominale

L'attività sportiva è sicuramente un elemento decisivo nel processo di perdita di peso. Un allenamento ideale da ripetere 2/3 volte a settimana consiste nell'alternare 10 minuti di tapis roulant, 10 minuti di bicicletta, 10 minuti di esercizi per tonificare concentrandosi sugli addominali ma non tralasciando gambe, braccia e schiena e terminare dedicando alcuni minuti allo stretching che aiuta a diminuire la pressione arteriosa favorendo la circolazione ed il rilassamento. Un'attività davvero efficacie per bruciare i grassi è saltare la corda, perché ha un rapporto tempo calorie bruciate molto alto.

La costante attività fisica serve a bruciare in fretta i grassi in eccesso e chi frequenta una palestra avrà modo di eseguire gli esercizi seguendo un programma finalizzato. I muscoli addominali possono però essere allenati anche a casa sdraiati correttamente su un comune tappetino in modo da non causare problemi alla schiena.

  • Per eseguire gli esercizi base dobbiamo dividere gli addominali in: alti, obliqui e bassi. Nel primo caso sarà necessario distenderci supini sul tappetino piegando leggermente le gambe e sollevando il busto con la forza dell'addome; nel secondo adotteremo il medesimo esercizio facendo anche una breve torsione laterale e, per quanto riguarda gli addominali bassi partiremo da una posizione supina cercando di sollevare le gambe il più possibile senza l'aiuto delle braccia.
  • Nell'esecuzione di qualsiasi esercizio fisico è molto importante curare la respirazione e dobbiamo tenere presente che per stimolare il metabolismo e raggiungere risultati soddisfacenti ed ottenere una pancia piatta è necessario puntare sul giusto mix di alimentazione adatta ed allenamento fisico.

esercizi-per-bruciare-i-grassi Tutte le soluzioni per ridurre il grasso addominale

Come ridurre la pancia con l'aiuto della medicina

In campo medico ci sono continuamente nuove soluzioni per la lotta alle adiposità localizzate che propongono soluzioni sempre meno invasive e fastidiose per il paziente: uno dei metodi più conosciuti sono le iniezioni di fosfatidilcolina (fosfolipide che si trova anche nella lecitina di soia e nel tuorlo d'uovo) poiché questa sostanza si è dimostrata priva di effetti collaterali senza la necessità di affrontare una vera operazione di chirurgia con le eventuali complicanze che possono insorgere durante e dopo un qualsiasi intervento.

Naturalmente, come qualsiasi farmaco, ci sono controindicazioni per l'iniezione di fosfatidicolina: non va iniettata su pazienti minorenni, donne in gravidanza o nel periodo dell'allattamento, nei diabetici, nei pazienti immunodepressi (dove il sistema immunitario non funziona), in quelli con insufficienza epatica o renale, nelle persone che soffrono di disturbi di coagulazione del sangue ed in quelle allergiche alla soia e alla stessa fosfatidicolina. Pertanto è di fondamentale importanza contattate il vostro medico e sentite la sua opinione prima di valutare un qualsiasi trattamento medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.