• Corpo > Impariamo a contenere il mal di testa da cervicale

Impariamo a contenere il mal di testa da cervicale

Tempo di lettura: 3 minuti

Chi soffre di dolore alla cervicale sa quanto possa essere fastidioso e doloroso il mal di testa che ne consegue. Sì, perché cervicale e mal di testa sono correlati e questo non è un binomio felice. Non solo, ci sono altri sintomi del dolore alla cervicale che rendono ancora più insopportabile i momenti di infiammazione.

Ma come si presenta la cervicalgia? Nella maggior parte dei casi si iniziano ad avvertire come delle vertigini, soprattutto quando si ruota il capo o si abbassa lo sguardo. Possono manifestarsi anche veri e propri stati dolorosi nella zona delle 7 vertebre del collo, con irrigidimento muscolare fino a irradiarsi lungo le spalle e le braccia nei casi più gravi. La cefalea, ovvero il mal di testa, è uno di questi sintomi che, in alcuni casi, si limita a colpire la zona della nuca, in altri si dirama fino agli occhi. Vediamo le cause e come contenere il disturbo:

Cervicale e mal di testa sono connessi

Non si parla di un mal di testa qualunque ovviamente, ma del mal di testa causato dalla cervicale. Perché è diverso dagli altri mal di testa e come si riconosce? Fondamentalmente la risposta sta nel fatto che questo mal di testa si presenta in concomitanza di uno o più sintomi del dolore alla cervicale molto spesso assieme alle vertigini e capogiro. Se notiamo che il nostro mal di testa è associato a questi sintomi, con tutta probabilità si tratta di cervicalgia. Il dolore può durare da uno a più giorni, manifestandosi in modo acuto dalla sua insorgenza oppure iniziando come una piccola percezione del dolore per poi aumentare nel corso dei giorni.

Ma perché quando si soffre di cervicale si avverte anche il mal di testa?

Quali son le connessioni? Per capirlo dobbiamo avere chiaro come agisce. Questo disturbo colpisce, come detto, le vertebre cervicali. Il dolore è la manifestazione di uno stato di alterazione di queste vertebre e dei muscoli, nervi e tendini interessati. La cervicalgia per lo più è causata da una postura errata, da un movimento brusco, da un colpo d'aria, da traumi e artrosi, ma possono concorrere alla comparsa del disturbo anche un difetto di occlusione della mandibola o un problema della vista come lo strabismo.

Detto questo arriviamo a capire cosa scatena il mal di testa che insorge se si soffre di disturbo alla cervicale. Il fattore determinante, in questo caso è la presenza di una degenerazione nella struttura della zona cervicale e che determina quindi uno squilibrio posturale. Per dirla in altre parole, la cartilagine che si trova tra una vertebra e l'altra e che funge da cuscinetto, tende a consumarsi soprattutto se la causa della cervicale è l'artrosi, o a spostarsi e deteriorarsi in caso di trauma. Di conseguenza le ossa sfregheranno tra loro causando un'infiammazione dei nervi e rigidità muscolare, e quindi dando origine al mal di testa.

Come si manifesta il mal di testa causato dalla cervicalgia

Come abbiamo accennato prima, il dolore alla testa causato dalla cervicale può presentarsi a partire dalla zona della nuca fino a irradiarsi lungo il collo e sulla sommità del cranio, coinvolgendo la fronte, le tempie e la zona perioculare.

massaggio-per-le-cervicali Impariamo a contenere il mal di testa da cervicale

Spesso il mal di testa può colpire solo un lato e diventare più acuto se si comprime con le dita la zona interessata dal dolore. Fortunatamente questo stato doloroso non dura più di qualche giorno e generalmente non è un dolore continuo ma si alterna a fasi più acute con altre meno acute.

Cosa fare per contenere il disturbo

Possiamo agire su due fronti per eliminare il problema del mal di testa: agendo sul mal di testa stesso, quindi cercando di eliminare lo stato doloroso o cercando di agire sul disturbo della cervicale. In questo caso molto dipende dalla causa del disturbo. Vediamo il dettaglio:

  • Se per esempio volessimo agire direttamente sul mal di testa le opzioni si riducono all'assunzione di rimedi che siano essi farmacologici o naturali, ma che agiscano direttamente sul sintomo del mal di testa, come quindi un analgesico o una tisana rilassante.
  • Se invece decidessimo di agire alla radice del disturbo, quindi della cervicalgia, dovremmo innanzitutto assumere farmaci o rimedi naturali, secondo l'intensità del problema, che mirino a ridurre l'infiammazione.
  • Ottima una terapia a base di antinfiammatori, da assumere assolutamente sotto prescrizione medica.
  • Ottima anche la scelta di effettuare dei massaggi e della ginnastica posturale atte nell'ordine a rilassare e rafforzare la muscolatura.

massaggio-per-le-cervicali Impariamo a contenere il mal di testa da cervicaleQualche consiglio in più

Prova a dormire con un cuscino non troppo alto né troppo basso, in commercio si trovano dei cuscini specifici per la cervicale. Cerca di non fare movimenti bruschi tieni il collo al caldo. Prendi l'abitudine di fare degli esercizi mirati per la zona in modo da irrobustire e sciogliere la muscolatura. Cerca di trovare qualche pausa relax dove riequilibrare corpo e mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.