• Alimentazione > Come riconoscere la gastrite nervosa: consigli per una cura efficace

Come riconoscere la gastrite nervosa: consigli per una cura efficace

Tempo di lettura: 3 minuti

La gastrite nervosa è un'infiammazione della mucosa dello stomaco causata o influenzata da problemi emotivi come stati di stress, ansia e nervosismo, tensioni accumulate, rabbia e sentimenti inespressi. Lo stomaco li somatizza, non riesce a digerire questi “bocconi” e può diventare un grosso problema per chi ne soffre.

Quali sono i sintomi della gastrite nervosa

I sintomi sono gli stessi della classica gastrite:

  • Una cattiva digestione con la sensazione che il pasto rimanga troppo a lungo nello stomaco;
  • Bruciore di stomaco, sintomo più frequente;
  • Nausea e vomito che può essere seguito da febbre;
  • Dimagrimento con il risultato di perdere anche diversi chili;
  • Diminuzione dell'appetito;
  • Gonfiore addominale che si avverte dopo un pasto abbondante a base di cibi che stimolano i succhi gastrici;
  • Alitosi, sintomo abbastanza comune con sapore e odore sgradevole che provengono dalla fermentazione dei cibi all'interno dello stomaco;
  • Palpitazioni. Il cuore incomincia a battere forte anche solo dopo aver mangiato una caramella;

Questi sintomi possono verificarsi in qualsiasi momento ma si intensificano durante i periodi di maggior stress e ansia. Per avere una diagnosi corretta è bene rivolgersi ad un bravo gastroenterologo che, dopo la visita consiglierà di sottoporvi ad alcuni esami specifici per avere un quadro completo del disturbo. I principali sono: esami del sangue, test del respiro, esame delle feci, radiografia del tratto gastrointestinale superiore.

Rimedi per la gastrite nervosa

  • Per un sollievo immediato si potrà assumere degli antiacidi che neutralizzano gli acidi gastrici e diminuiscono velocemente il dolore. Quelli disponibili in farmacia senza necessità di ricetta medica (Maalox, Anacidolo, ecc.) vengono usati in modo frequente in caso di gastrite lieve mentre, se non sono abbastanza efficaci, dovrà essere il medico a valutarne la gravità e indicare i farmaci più adatti.
  • I problemi legati alla digestione possono essere di varia natura e adottare un buon stile di vita aiuterà a superare i momenti critici di questo fastidioso disturbo con una dieta corretta, il peso forma e l'esercizio fisico.
  • Per quanto riguarda la dieta corretta alcuni alimenti da evitare nella gastrite sono: grasso, cioccolato, cibi fritti, caffè, tè, panna e spezie (peperoncino, curry, ecc.); è consigliato ridurre il consumo di alcool mentre preferire verdure cotte in acqua e sale e carni alla griglia. Si raccomanda di non bere liquidi durante i pasti e non sdraiarsi subito dopo aver terminato il pranzo, moderare le porzioni e cercare di mangiare ad orari regolari.
  • Ad oggi non è provato che cibi piccanti possano essere la causa dei problemi legati alla gastrite ma è consigliabile evitarli mentre un toccasana potrebbe essere la camomilla che, ricca di oli essenziali, dona beneficio al sistema digestivo, cura i problemi intestinali e allevia il dolore allo stomaco aiutando l'eliminazione di gas. Consigliato anche il frullato di papaya con un cucchiaino di miele e mezzo di semi di lino, un altro di pera e banana ma anche una semplice tazza di acqua con due cucchiai di miele che, ricco di enzimi naturali ottimizza il processo digestivo, sono tutti rimedi naturali da provare in caso di necessità.
  • Un valido aiuto adatto a dare sollievo alla gastrite  può arrivare dalle erbe officinali: l'infuso a base di melissa (filtrato dopo 10 minuti in acqua bollente e bevuto tiepido) oppure l'infuso di malva che possiede proprietà emollienti e calmanti, sono i più gettonati.gastrite-nervosa-cause-e-rimedi Come riconoscere la gastrite nervosa: consigli per una cura efficace
  • Bisogna mantenere il peso forma poiché i problemi di digestione sono più frequenti nelle persone in sovrappeso. Anche saltare i pasti può essere controproducente perché alle ore canoniche lo stomaco secerne succhi gastrici e, se questo è vuoto, il cibo non può assorbirli.
  • L’attività aerobica migliora la respirazione e il battito cardiaco, stimola anche i muscoli intestinali aiutando così a eliminare più velocemente le scorie dall'intestino.
  • Un'altra cosa però molto importante è tenere sotto controllo lo stress che aumenta il rischio di attacchi cardiaci, abbassa il sistema immunitario e, per quanto riguarda l'apparato digerente, aumenta la produzione di acidi gastrici e rallenta la digestione. Il segreto per imparare a gestire lo stress, cosa molto difficile per chi ne soffre, è seguire una dieta bilanciata, dormire a sufficienza e, se necessario, seguire corsi di meditazione di yoga o tai chi.
  • La possibilità di poter prevenire la gastrite nervosa inizia con l'adottare sane abitudini quotidiane: smettere di fumare (per i tabagisti) o non bere alcool, non mangiare troppo velocemente ma masticare in maniera lenta dedicando al momento del pasto il suo tempo e rispettare i tre pasti principali: colazione, pranzo e cena.Tutto questo aiuterà a migliorare la qualità della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.