• Alimentazione > Dieta dissociata: alcune ottime ricette da provare

Dieta dissociata: alcune ottime ricette da provare

Tempo di lettura: 3 minuti

La dieta dissociata si basa sulla separazione delle diverse categorie di alimenti. Sarà possibile mangiare tutto, nella quantità desiderata a condizione di non mischiare alcuni cibi durante lo stesso pasto oppure nello stesso giorno.

Questo regime alimentare provoca una perdita di peso perché causa una diminuzione dell'apporto energetico giornaliero. Proteine e carboidrati non si devono consumare contemporaneamente perché, in questo caso, la digestione viene interrotta ed il corpo immagazzina i grassi invece di bruciarli.

Secondo questa dieta non bisogna mai mescolare diversi gruppi di alimenti nel medesimo pasto. Non mangiare mai insieme proteine con carboidrati, proteine con grassi, diversi tipi di carboidrati e diversi tipi di frutta come ad esempio agrumi ed uva. Non trattandosi di una dieta particolarmente facile vi vogliamo proporre alcune ricette da provare se avete deciso di fare la dieta dissociata. Ricordatevi però che prima di cominciare una qualsiasi dieta è necessario consultare il proprio medico o per assicurarsi di non avere dei problemi o dosturbi dovuti ad una cattiva nutrizione.

Alcune semplici ricette per la dieta dissociata

Trofie con crema di radicchio trevigiano

radicchio Dieta dissociata: alcune ottime ricette da provare

Occorrente:

  • 70g di trofie;
  • Radicchio rosso trevigiano;
  • Olio extra vergine d'oliva (EVO);
  • Timo;
  • 1 cipollotto;
  • Sale e pepe q.b.

Portare ad ebollizione l'acqua salata in una pentola capiente e aggiungere le trofie. Lavare e tagliare il radicchio a listarelle non troppo sottili. Scaldare una lacrima d'olio in padella e fare appassire il cipollotto e poi aggiungere e lasciare appassire anche il radicchio. Raffreddare e tritare il tutto con un frullatore ad immersione con l'aggiunta di mezzo bicchiere di acqua ed il timo. Una volta ottenuto un'emulsione cremosa versare a filo l' EVO, sale, pepe e condire la pasta con questa crema. Spolverare il piatto con del tofu.

Fettine di pollo con impanatura di sesamo

radicchio Dieta dissociata: alcune ottime ricette da provareOccorrente:

  • Una fetta di petto di pollo;
  • Semi di sesamo;
  • Olio EVO;
  • Latte di mandorla o riso;

Mettere la fetta di petto di pollo nel latte vegetale, sgocciolare bene e passarla sui semi di sesamo per ottenere un'impanatura uniforme. Scaldare l'olio in una padella adatta alla frittura e lasciare tostare bene i semi per 5 minuti stando attenti a non farli bruciare. Togliere dal fuoco, mettere su carta assorbente e, al momento di servire aggiungere qualche goccia di limone.

Frittata al forno con verdure

Occorrente:

  • 1 peperone rosso, 1 peperone verde;
  • 1 zucchina grande, 1 melanzana, 2 cipolle;
  • 2 cucchiai olio EVO;
  • 6 uova;
  • 2 pomodorini;
  • Sale e pepe q.b.
  • Foglie di menta;

radicchio Dieta dissociata: alcune ottime ricette da provareLavare le verdure e tagliarle a dadini e, dopo aver fatto imbiondire in una padella antiaderente le cipolle affettate con l'olio EVO, aggiungere le verdure. Salare, pepare e cuocere a fiamma bassa per 20 minuti con coperchio mescolando ogni tanto. In una terrina sbattere le uova, unire le verdure intiepidite e amalgamare il tutto con delle foglie di menta fresca. Ricoprire una teglia con carta forno bagnata e strizzata, aggiungere sopra qualche pomodorino tagliato a fette e cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti.

Insalata con polpo e patate

Occorrente:

  • 1 polpo di circa 7/8 etti;
  • 6 patate;
  • Prezzemolo tritato;
  • Sale, pepe e olio EVO q.b.

Pelare le patate, ridurle a dadini e lessarle in abbondante acqua. Mettere il polpo sul fondo di una pentola, coprire con il coperchio e farlo cuocere per circa 30 minuti nella sua acqua di cottura e poi lasciarlo raffreddare. Pulirlo bene e farlo a pezzetti e amalgamare il polpo con le patate. Salare, pepare e condire con olio EVO e una spruzzata di prezzemolo tritato.

Insalata con ravanelli ed auricchio piccante

Occorrente:

  • Un mazzo di ravanelli;
  • Formaggio auricchio piccante;
  • Sale e olio EVO q.b.

Semplicissimo contorno ma anche da gustare come apericena. Lavare bene i ravanelli e tagliarli a fettine sottilissime senza togliere la buccia rossa. Affettare il formaggio il più finemente possibile e farlo a quadratini. Mescolare gli ingredienti e condire con il sale e l'olio EVO.

Friselle integrali con pomodoro, basilico e melanzana grigliata

Occorrente:

  • 1 pomodoro maturo;
  • 2 friselle integrali;
  • Melanzane grigliate (anche quelle sottolio);
  • Qualche foglia di basilico;
  • Sale, olio Evo e pepe nero q.b.

In una terrina fare a cubetti il pomodoro e condirlo con olio EVO, sale, pepe e unire le foglie di basilico spezzettate. Spruzzare con un po' di acqua le friselle per ammorbidirle, adagiarvi sopra il pomodoro condito e le melanzane grigliate. Servire subito.

Insalata di quinoa

Occorrente:

  • 400g di quinoa;
  • 1 carota;
  • 1 costola di sedano;
  • 1 spolverata di parmigiano;
  • Sale, olio EVO q.b.
  • Verdura sottolio a piacere;

Tagliare la carota a cubetti piccoli e passarla in una padella antiaderente per circa 2 minuti senza aggiunta di grassi e fare a cubetti anche il sedano. Cuocere la quinoa in abbondante acqua salata e scolarla con l'utilizzo di un colino a maglie fitte, condirla con olio EVO e lasciarla intiepidire. Aggiungere le verdure, il parmigiano e riporla in frigo per almeno 4 ore. Servire con guarnizione di verdura sottolio a piacere.

Si tratta di ricette che possono essere adottate o per il pranzo o per la cena in base alle proprie esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.