• Alimentazione > Dieta contro la cellulite, cibi consigliati e cibi da evitare

Dieta contro la cellulite, cibi consigliati e cibi da evitare

Tempo di lettura: 4 minuti

La cellulite è un problema che attualmente colpisce sia donne che uomini, con una maggiore incidenza nelle donne. Questo disturbo, però, si può combattere e, a patto che non si tratta di situazioni veramente gravi e complesse, ed il luogo migliore per cominciare a contrastare i sintomi della cellulite è proprio la nostra tavola iniziando una buona dieta contro la cellulite.

L'alimentazione, infatti, è molto importante sia per la prevenzione che per contenere la cellulite. È quindi indispensabile conoscere i cibi che favoriscono la ritenzione idrica e il ristagno di tossine che causano gli antiestetici "buchini" per evitarli o almeno diminuirne drasticamente il consumo.

dieta-contro-la-cellulite Dieta contro la cellulite, cibi consigliati e cibi da evitare

Allo stesso modo è importante conoscere  cibi che aiutano a depurare l'organismo e danno un prezioso contributo nelle lotta alla cellulite.

Seguire una dieta contro la cellulite è quindi fondamentale per rimettersi in forma, ma da sola non basta. Occorre anche abbandonare la vita sedentaria e dedicarsi a un po' di movimento facendo qualche esercizio, oltre naturalmente ad assumere delle abitudini corrette come per esempio ed prendere in considerazione l'idea di smettere di fumare.

Cosa posso mangiare e cosa devo evitare

Ci sono alcuni cibi, che per via dei grassi eccessivi o per la loro cottura andrebbero totalmente evitati. Tra i cibi che alimentano gli effetti della cellulite possiamo trovare il sale che favorisce anche l'insorgere di un altro disturbo, la ritenzione idrica.

Altre pietanze invece, invece, ricchi di antiossidanti, aiutano a smaltire le tossine e a drenare i liquidi, tra queste possiamo trovare frutta e verdura che grazie alle fibre rendono più resistenti le pareti dei vasi sanguigni del microcircolo. Una dieta contro la cellulite bilanciata permette di prevenire il problema e, nel caso in cui gli edemi siano già comparsi, contrastare l'aggravarsi dei sintomi.

Cibi sconsigliati

  • Sale;
  • Cibi ricchi di grassi;
  • Bevande gassate
  • Alcolici;
  • Salumi;
  • Dolci;
  • Cibi fritti;
  • Carni rosse;
  • Condimenti grassi o elaborati;
  • Salse e intingoli;
  • Bevande zuccherate.

Cibi consigliati

  • Frutta ricca di antiossidanti, ananas;
  • Spinaci;
  • Broccoli;
  • Carote;
  • Pomodori;
  • Pesce soprattutto salmone;
  • Latticini magri o scremati;
  • Carni bianche;
  • Cereali e frutta secca;
  • Uova, ma con moderazione;
  • Legumi.

Attenzione alle calorie!

Naturalmente è importante non solo cosa si mangia, ma come si mangia e in quale quantità. Infatti, tra la cellulite e le calorie vi è una stretta connessione per cui bisogna fare attenzione all'apporto calorico giornaliero e alla distribuzione di tali calorie durante l'arco di tutta la giornata.

Non solo, è anche importante combinare correttamente gli alimenti: i cibi maggiormente calorici, infatti, inducono la produzione di grasso nell'organismo. Con l'aumento del grasso le cellule che compongono il tessuto sottocutaneo possono subire la rottura delle membrane esterne, in questo caso il loro volume, ma anche la loro morfologia, cambia e queste si riversano nei tessuti adiacenti dando luogo alla formazione degli edemi.Per questo motivo è fondamentale limitare l'apporto calorico.

Intendiamoci, questo dipende anche dallo stile di vita: se si pratica sport o comunque si fa molto movimento, è possibile introdurre più calorie perché sarà più semplice bruciarle, ma se  siamo abituati ad uno stile di vita molto sedentario è meglio le porzioni. dieta-contro-la-cellulite Dieta contro la cellulite, cibi consigliati e cibi da evitareIn ogni caso, come detto, fare un po' di movimento è indispensabile per ridurre l'azione della cellulite e il suo impatto estetico.

Dieta contro la cellulite schema settimanale

Lunedì

Colazione: 1 bicchiere di latte magro con un pugno di cereali e un kiwi;
Spuntino: succo di ananas naturale senza zuccheri aggiunti;
Pranzo: insalata mista e 60 grammi di pasta con pomodorini e olio evo a crudo;
Merenda: un frutto;
Cena: un petto di pollo al limone con semi di sesamo, una tisana al finocchio;

Martedì

Colazione: uno yogurt magro, due fette biscottate e due fette di ananas;
Spuntino: un succo di carote;
Pranzo: un piatto d'insalata mista e 70 grammi di riso e zucchine al vapore, un filo di olio evo a crudo;
Merenda: un frutto;
Cena: 180 grammi di spada alla piastra o vapore e delle verdure al vapore, una tisana ai frutti rossi;

Mercoledì

Colazione: un bicchiere di latte scremato e due biscotti integrali, una mela;
Spuntino: un succo di frutta senza zuccheri aggiunti;
Pranzo: un'insalata mista, minestra di piselli e 50 grammi di pane;
Merenda: due fette biscottate o 3 gallette di riso o mais;
Cena: 180 grammi di bresaola, verdura cotta, una tisana o infuso di tarassaco;

Giovedì

Colazione: caffè d'orzo e un vasetto di yogurt con un cucchiaino di cereali;
Spuntino: un succo ace senza zucchero;
Pranzo: un'insalata mista, zuppa di farro, 30 grammi di pane;
Merenda: un frutto;
Cena: filetto di tacchino con erbette e contorno di carote e patate al vapore, una tisana all'equiseto;

Venerdì

Colazione: un bicchiere di latte magro con formelle ai cereali o un frutto;
Spuntino: un succo d'ananas;
Pranzo: insalata mista, pasta con vongole;
Merenda: frullato di mezza banana;
Cena: verdure grigliate miste e filetto di tonno al vapore, 180 grammi, un tè rosso;

Sabato

Colazione: uno yogurt magro con frutta a pezzetti, una fetta biscottata o dei cereali;
Spuntino: centrifugato di sedano;
Pranzo: insalata mista, pasta con zucchine e piselli al vapore;
Merenda: una pera;
Cena: 180 grammi di salmone al vapore con pomodorini, una tisana al finocchio;

Domenica

Colazione: un bicchiere di latte, caffè d'orzo, un kiwi;
Spuntino: succo di pompelmo;
Pranzo: insalata mista, pollo in tegame con panatura di semi di sesamo, una tisana al tarassaco;
Durante l'arco della giornata è molto importante bere dai 2 ai 3 litri d'acqua, meglio se diuretica, se non si hanno patologie che ne sconsiglino l'utilizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.