Addio ritenzione idrica come eliminare i liquidi in eccesso

La ritenzione idrica è una disfunzione molto comune al giorno d'oggi che colpisce una grande fetta della popolazione mondiale in particolar modo le donne, circa il 30% delle donne italiane infatti soffrono di questo fastidioso disturbo e la maggior parte di esse lo porta avanti per anni senza conoscere o provare di persona i rimedi per risolvere il problema.

In questo articolo analizzeremo e spiegheremo come riconoscere e curare gli effetti di questo antiestetico disturbo, vi spiegheremo i rimedi più efficaci e i migliori alimenti per arginare  gli effetti della ritenzione idrica.

I primi indizi che portano alla luce il difetto sul nostro corpo sono gli evidenti edemi, che si manifestano principalmente su cosce e glutei e, in minor parte, sull'addome, sulle braccia e in casi gravi anche sulle mani.

Come riconoscere gli edemi:

  • Essi appaiono come anomali rigonfiamenti della pelle, causati da un ristagno di liquidi nelle zone più predisposte all'accumulo di tessuto adiposo e grasso;
  • All'inizio non sono facilmente riconoscibili e possono essere confusi con altri disturbi simili, per questo sarebbe meglio trattare immediatamente il problema;
  • Solitamente assieme al gonfiore, nelle fasi più avanzate del problema gli edemi diventano più scuri, assumendo un colore violaceo;

Scopriamo quali sono le cause della ritenzione idrica

Dati statistici affermano che il disturbo idrico si riscontra principalmente su individui che non seguono una dieta bilanciata, sana e completa; le abitudini alimentari infatti influenzano moltissimo la condizione della nostra pelle e del nostro organismo in generale, provocando, nel caso specifico, disfunzioni a livello circolatorio e dell'apparato linfatico.

ritenzione-idrica

  • Il principale responsabile è il sodio, contenuto in grande quantità nel sale da cucina, del quale non bisogna mai abusare.
  • Un altro e più pericoloso nemico da evitare è il glutammato, che si trova in un enorme quantità di prodotti di cui facciamo uso quotidianamente, come il dado da cucina, i salumi, i prodotti in scatola, cibi liofilizzati, salse e molto altro ancora.
  • Un ulteriore fattore che aumenta l'incidenza della ritenzione idrica è l'uso o l'abuso di farmaci.  Purtroppo al giorno d'oggi c'è la brutta abitudine di risolvere qualsiasi malanno con l'uso di antibiotici, che esso sia un lieve mal di testa, raffreddore o influenza, non è sempre necessario assumere medicinali. Essi infatti oltre ad aumentare i rischi non solo di ritenzione idrica ma anche di altri disturbi e, a lungo andare, potrebbero danneggiare in maniera irreparabile il nostro organismo.
  • Evitate cortisonici e terapie ormonali per quanto la vostra salute ve lo permetta, ma ricordate gli inestetismi dovuti alla ritenzione sono provocati soprattutto dall'uso abitudinario del farmaco non da un utilizzo responsabile e sporadico, pertanto seguite sempre le indicazioni del vostro medico curante.
  • Ultimo ma non per questo meno importante fattore che influenza l'insorgenza della ritenzione idrica è un malfunzionamento dell'apparato circolatorio: un organismo che ha problemi di circolazione è più soggetto a questo tipo di patologia,dal momento che quest'ultima attacca prevalentemente i tessuti molli, a causa del sovrabbondare di liquidi negli spazi tra le cellule. Questo provoca perdite nella circolazione di piccole gocce di sangue e linfa che vanno ad accumularsi tra le cellule provocando esternamente gli edemi.

Che cibi devo evitare per contrastare il problema?

Ovviamente dopo aver analizzato le cause che provocano il difetto saremo in grado di agire su di esse, quando ci è possibile, per correggerlo: in caso specifico per curare i sintomi dobbiamo in primo luogo modificare più o meno drasticamente le nostre abitudini alimentari, imparando a mangiare sano.

  • Limitate l'assunzione di cibi conservati sotto sale come affettati ed insaccati;
  • Diminuite le dosi di sale sulle pietanze: un piatto di pasta al sugo di pomodoro infatti contiene di per sé il fabbisogno di sodio di cui un individuo necessita nell'arco di un'intera giornata;
  • L'abbondanza di fibre, contenute nella frutta e nella verdura aiutano il deflusso venoso nella zona addominale e sono ricche di vitamina C, responsabile della protezione e fortificazione dei capillari e dei vasi sanguigni.
  • Bevete molta acqua naturale, possibilmente mezz'ora prima o mezz'ora dopo i pasti, ciò aiuterà la digestione: l'acqua è un ottimo diuretico e vi permetterà di smaltire le tossine e le sostanze in eccesso nell'organismo, migliorando col tempo anche la condizione dei vasi linfatici e sanguigni.
  • Un altro ottimo alleato saranno le tisane dimagranti, le tisane disintossicanti e gli infusi a base di frutta e verdura, il finocchio in particolare è un alimento indispensabile nella vostra dieta, ma ne parleremo in seguito.

Nella tabella qui sotto abbiamo inserito alcuni dei cibi da scegliere e da evitare per contrastare i sintomi della ritenzione idrica.

Alimenti consigliati

Alimenti sconsigliati

  • Mirtilli e frutti rossi;
  • Cetrioli;
  • Asparagi;
  • Pomodori;
  • Carciofi;
  • Frutta di stagione;
  • Formaggi molto magri;
  • Cipolla;
  • Anguria;
  • Uva.
  • Sale e alimenti ricchi di sale;
  • Cibi in scatola;
  • Alimenti ricchi di conservanti;
  • Dado da cucina;
  • Non esagerate col caffè;
  • Bevande alcoliche;
  • Cioccolata;
  • Bevande gassate;
  • Cibi fritti;
  • Salse confezionate.
Se volete saperne di più leggete le nostre guide sull'alimentazione che guideranno verso una dieta più sana e bilanciata, spiegandovi quali alimenti giovano al nostro organismo e quali rischiano di danneggiarlo.

L'esercizio è fondamentale

Un altro strumento alla portata di tutti per arginare il problema è un sano esercizio fisico giornaliero, mantenere il corpo in allenamento aiuta moltissimo lo smaltimento delle tossine attraverso la sudorazione e ci permette di tonificare il nostro corpo: l'attività fisica infatti stimola il tessuto muscolare diminuendo drasticamente i rischi e i danni al sistema circolatorio e con essi gli edemi.

Concentratevi in particolare su alcuni esercizi mirati per cosce e glutei in modo da focalizzare l'attenzione sulle zone più a rischio.

Chi non pratica esercizio, chi è abituato a stare tutto il giorno in piedi o con i tacchi aggrava pesantemente la salute degli arti inferiori, pertanto dovrebbe essere ancora più motivato a mantenersi in esercizio, potete andare a correre o fare dei pratici esercizi in casa non è indispensabile iscriversi in palestra, se il problema non è ancora grave.

Esistono poi numerosi trucchetti per agevolare la circolazione degli arti inferiori:

  • Potete posizionare un cuscino che tenga alzate le gambe quando vi coricate a letto o sul divano o, se restate in piedi per tempi prolungati;
  • Potete mettervi sulla punta dei piedi per qualche secondo ogni tanto durante la giornata e restarci per qualche secondo, ciò agevolerà l'attività della vostra circolazione e diminuirà il rischio di danni.

Sconfiggi la ritenzione idrica nuotando

Il nuoto è la soluzione a tutti i vostri problemi, stare in acqua infatti aiuterà a mantenere in esercizio tutti i muscoli del vostro corpo senza sforzi esagerati, vi basterà andare in piscina una volta a settimana per abbassare notevolmente il rischio d'insorgenza del patologie come cellulite, ritenzione idrica e molti altri disturbi ad essa correlati, o nel caso in cui gli edemi sono già apparsi vi aiuterà ad attenuare o addirittura eliminarne gli effetti.nuoto-per-la-ritenzione-idrica

È importante non dimenticare gli effetti di una postura e una posizione corretta in ogni attività che svolgiamo durante la giornata: camminare con la schiena storta, accavallare le gambe o sedersi in posizioni sbagliate rischiano, col tempo e l'avanzare dell'età, di creare disagi all'apparato circolatorio degli arti inferiori, aumentando il rischio di insorgenza di cellulite, vene varicose e ritenzione idrica.

Buone abitudini

Cattive abitudini

  • Fate un po' di ginnastica ogni giorno;
  • Mangiate sano e bevete molta acqua;
  • Massaggiate con olio di Jojoba le zone colpite;
  • Riposate con le gambe alzate;
  • Bevete infusi per drenare le tossine;
  • Nuotate.
  • Evitate assolutamente gli indumenti stretti;
  • Usate le scarpe col tacco con moderazione;
  • Prendetevi una pausa quando restate troppo in piedi;
  • Riducete o eliminate il sale;
  • Attente all'uso eccessivo di farmaci;
  • Sedentarietà.

Prodotti provati e consigliati da Benessere Fai Da Te

Com’è evidente da pubblicità e giornali, sono in commercio numerosi prodotti specifici per la cura del corpo e della pelle, ma quali sono più adatti alla vostra situazione? Noi ve ne consiglieremo alcuni a base di Cumarina, un composto aromatico che, non solo aiuta lo sgonfiamento degli edemi, ma attenua anche gli effetti della cellulite, avendo l’importante proprietà di riattivare il sistema linfatico che come abbiamo precedentemente visto è il fulcro di questa problematica.

  • Gel corpo Collistar

    Fortemente consigliato dallo Staff di Benessere Fai Da Te è la speciale Gel corpo della Collistar, studiato appositamente per contrastare l'adiposità corporea e gli edemi. Idratante e snellente questo gel viene assorbito davvero velocemente, proprio per questo è particolarmente adatto a chi soffre di inestetismi della pelle come cellulite e ritenzione idrica. Potrete vedere qualche risultato sulla vostra pelle già dopo una settimana ti trattamento, ma ovviamente come ogni rimedio il tempo giocherà a vostro favore.

  • Latte detergente MBR

    Abbiamo provato per voi anche il latte detergente della MBR ideale per la cura quotidiana della vostra pelle e per prevenire così gli inestetismi della pelle. Inoltre questo particolare prodotto ha effetto rivitalizzante anche sull'adipe, ammorbidendo i segni dovuti alla cellulite e i gonfiori tipici della ritenzione idrica. Un uso giornaliero trasformerà completamente la vostra pelle, donandogli una lucentezza e morbidezza che non avrete da un altro latte detergente.

  • Concentrato biorivitalizzante Collistar

    Un altro prodotto che consigliamo vivamente grazie alla sua innovativa formula, ispirata dai trattamenti di mesoterapia è il concentrato Biorivitalizzante Corpo Fluido della Collistar. Dopo averlo provato possiamo dire che oltre ad essere davvero facile da applicare grazie alle sue testine mobili, comode anche per ammorbidire massaggiando gli edemi più duri, il suo principio attivo penetra in profondità nel substrato lipidico potenziando l'effetto anticellulite del prodotto, ideale per chi vuole ottenere risultati in tempi brevi.

  • Trattamento gel corpo Sisley

    Se invece cerchiamo un prodotto completo e risolutivo, ma anche economicamente meno alla portata di tutti, vi proponiamo il trattamento gel corpo della della Sisley, per un trattamento completo contro la ritenzione idrica e gli accumuli di cellulite, perfetto per un soluzione radicale e definitiva. I principi attivi di questo prodotto agiscono in profondità rigenerando nuovi adipociti, così contrasta la ritenzione dei tessuti, idratando la pelle e combattendo l'accumulo di tessuto. Inoltre questo stimola la produzione di collagene, rendendo la nostra pelle sempre più morbida, per un corpo tonico e sempre giovane.

Tisane drenanti contro la ritenzione idrica

tisane-drenanti-per-depurare-l'organismoUltimo tassello della nostra guida per contrastare gli effetti della ritenzione idrica vi suggeriamo alcune tisane o infusi da bere periodicamente al fine di mantenere sempre depurato e sano il vostro organismo, eliminando le tossine e diluendo il sodio in eccesso. Non sottovalutate il potere delle tisane: nell’acqua calda i vegetali consigliati sprigioneranno le loro proprietà aiutando notevolmente a sgonfiare il vostro corpo; inoltre, sebbene il sapore possa non piacere, sarebbe meglio berle senza zucchero o altre aggiunte.

  • Estratto di tarassaco

    L'estratto di tarassaco è il primo di cui tratteremo: con le sue caratteristiche diuretiche stimola il nostro metabolismo, permettendo così un'eliminazione continua degli agenti che potrebbero danneggiarlo. Il tarassaco è una pianta che si trova facilmente anche nei parchi in città, ma fate attenzione se lo raccogliete, cercate di prenderlo solo nelle zone lontane dalla strada, poiché i fumi dello smog potrebbero essere assorbiti dalla pianta e risultare per voi nocivi. Quindi semplificatevi la vita e andate ad acquistarlo in erboristeria. Riempite un pentolino d'acqua e fatela bollire, dopo di che utilizzando un filtro, immergete le erbe e il vostro infuso sarà pronto. Potete aggiungervi del limone e mezzo cucchiaino di zucchero a vostro piacimento.

  • Foglie di betulla

    La seconda tisana che vedremo sarà a base di foglie di betulla, anch'esse facilmente reperibili in erboristeria ad un prezzo esiguo, la betulla solitamente viene usata per preparare creme ed oli per massaggi, ma quest'oggi la useremo per una tisana. Il procedimento rispecchia quello dell'estratto di tarassaco: basta far bollire dell'acqua in un pentolino e deporvi, quando l'acqua arriva ad ebollizione, due cucchiaini di foglie di betulla essiccate, filtrare il tutto e bevetene li più volte al giorno.

  • Gambo di ananas

    Un terzo ingrediente, che probabilmente mai ci saremmo aspettati per preparare una tisana, è il gambo dell'ananas, utilizzato in grande quantità nella la preparazione di integratori alimentari e vitaminici, contiene ottime proprietà antiedematose. Oltre al drenaggio linfatico favorisce la circolazione sanguigna, prevenendo addirittura coaguli di sangue ed eliminando anche le tossine presenti nell’organismo. Come per le precedenti tisane necessitate semplicemente di acqua bollente in cui immergere il gambo e lasciarlo in infusione per qualche minuto.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi Social Network preferiti per aiutarci a crescere...

Forse potresti essere interessato anche a:

11 Risposte

  1. DolceMemole scrive:

    Molto utile..

  2. giovanna scrive:

    Ciao volevo dire che io ho il problema della ritenzione idrica . Non mangio gustoso e il sale lo uso poco. gli insaccati non li mangio spesso . Bevo tanto e mangio tanta verdura . Pero chiedo la pillola la uso per motivi di fibromi. Possono dar problemi di ritenzione idrica ??

    • Staff di Benessere Fai da Te scrive:

      Ciao Giovanna grazie per averci contattato, ti consiglierei di cominciare con una terapia mirata o con qualche rimedio naturale ovviamente associato alle sane abitudini che già stai seguendo.

  3. Eleonora provini scrive:

    Ciao ho 16 anni, mia mamma soffre di retenzione idrica è io ho preso da lei. Ho retenzione idrica sulle cosce e sulle ginocchia ..qualche consiglio ? vi prego

    • Staff di Benessere Fai da Te scrive:

      Cara Eleonora è difficile che a 16 anni tu abbia già grossi sintomi di ritenzione idrica, in ogni caso sei sempre in tempo per contrastare il problema, per cominciare ti consiglierei di seguire una dieta bilanciata mangia tanta tanta frutta e verdura e bevi molta acqua, mangiare bene è importante per combattere la ritenzione idrica.

  4. cristina scrive:

    Buongiorno, vorrei sapere come posso eliminare ritenzione idrica.Ho 47 anni, faccio 10 ore di palestra alla settimana, con corsi di spinning pilates aerobica zumba power yoga ecc...., seguo una alimentazione povera di zuccheri e sale......bevo dal 1.5/2 Litri di acqua ........posso sapere dove sbaglio???grazie

    • Staff di Benessere Fai da Te scrive:

      Buongiorno Cristina se le hai provate tutte, hai cominciato una sana alimentazione e fai esercizi quotidiani allora prova una soluzione più radicale, prova alcuni rimedi terapeutici, i trattamenti per la ritenzione idrica sono validi gli stessi trattamenti anticellulite. Ma non smettere con le tue sane abitudini vedrai che ti aiuteranno molto.

  5. Annika scrive:

    Prendo la pillola da 3 mesi e soffro di retenzione idrica nelle gambe come eliminarla grazie sto impazzendo...

  6. Daniela scrive:

    Salve
    Scrivo perché mia figlia di quasi 17 anni pur avendo un bel fisico comincia ad avere problemi di ritenzione nei glutei e lo vive come un dramma.
    Purtroppo non mangia frutta e verdura in quanto non riesce a deglutirla(la vomita) nonostante vari tentativi ne è proprio schifata tanto che ne sta parlando con uno psicoterapeuta.
    Cosa mi consigliate di fare?

    • Staff di Benessere Fai da Te scrive:

      Ciao Daniele, prima di tutto grazie per esserti affidata a noi. La soluzione in questi casi consiste in una serie di esercizi fisici mirati alla zona affetta dalla ritenzione idrica, prova col nuoto, una volta a settimana, con questo caldo è l'ideale.
      Assumere frutta è verdura è molto importante non solo per contrastare i sintomi della ritenzione idrica, quindi vi consigliamo di risolvere positivamente questo problema. A livello alimentare, vi consiglio di ridurre drasticamente il sale nelle pietanze, prova a cucinare spesso riso integrale senza scolare l'acqua ma semplicemente lasciandola evaporare, è ricco di numerose sostanze nutritive indispensabili per l'organismo. Preparale una volta al giorno una tisana disintossicante e falle bere molta acqua. Vedrai che starà meglio. :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>