• Alimentazione > Come capire a cosa è dovuto il nostro gonfiore addominale?

Come capire a cosa è dovuto il nostro gonfiore addominale?

Il gonfiore intestinale o pancia gonfia si presenta comunemente come una fastidiosa tensione a livello addominale dovuta ad alcuni disturbi alimentari, a patologie o al meteorismo.

Questo spiacevole sintomo colpisce circa una persona su tre, sopratutto le donne, ed è dovuto molto spesso a cattive abitudine alimentari, ad intolleranze, al lattosio o al glutine, e ad uno scorretto stile di vita.

Perchè dopo i pasti abbiamo la pancia gonfia e ci sentiamo appesantiti? Ci sono dversi fattori che incidono sulla manifestrazione del gonfiore addominale Vedmoli insieme.

Quali sono le cause del gonfiore intestinale?

  • L'eccessiva tensione addominale che si presenta durante l'arco della giornata, sopratutto dopo i pasti, è dovuta nella maggior parte dei casi alla cattiva alimentazione e si può risolvere semplicemente cambiando il proprio stile di vita.
  • Altre volte il gonfiore addominale è sintomo di una patologia più seria e va curata dal medico facendo alcuni trattamenti.

gonfiore-intestinaleIl gonfiore intestinale è appunto la manifestazione dell'eccessiva presenza di gas naturali nell'intestino: ogni giorno infatti nel nostro intestino circolano da 0,5 a 1,5 litri di gas eterogenei come idrogeno, metano e anidride carbonica, dovuti dalle reazioni chimiche della digestione.

Batteri e funghi che svolgono le operazioni di digestione degli alimenti producono questi scarti, che vengono smaltiti dal nostro organismo o espulsi Se per motivi di scorretta alimentazione e stile di vita la produzione dei gas è maggiore del normale, allora insorgono i sintomi del gonfiore intestinale e l'addome diventa gonfio.

Gli individui hanno una diversa flora batterica e una diversa quantità di enzimi all'interno dell'apparato digestivo ed è per questo che ognuno ha una capacità diversa di assimilare un cibo rispetto ad un altro individuo Non ci sono regole precise per capire fin da subito quali cibi possiamo digerire meglio o peggio, ma col tempo possiamo imparare da noi stessi e cominciare a selezionare i cibi.

  • Le cause principali sono dunque dovute all'alimentazione, all'eccessiva velocità con cui consumiamo i pasti, alla vita sedentaria (che rallenta il metabolismo) o anche a deglutizioni continue causate da protesi dentarie non adatte (l'aria in eccesso così inghiottita causerà il gonfiore intestinale).
  • Tra le altre cause troviamo anche il fumo, il masticare gomme, l'ansia e lo stress, bere bevande gassate e mangiare cibi pesanti o irritanti.

Quali sono le patologie che causano il gonfiore intestinale?

  • Il gonfiore intestinale non è dovuto solo a quello che abbiamo appena visto: può essere causato anche da vere e proprie patologie più serie come:
    L'intolleranza al lattosio (mancanza di un enzima che permette la digestione del lattosio, uno zucchero del latte);
  • Alla celiachia;
  • Peritonite;
  • Calcoli della cistifellea;
  • Gastroenterite;
  • Sindrome del colon irritabile.

Rimedi per il gonfiore intestinale patologico e non patologico

evitare-cibi-acidi

Se il gonfiore intestinale è causato da una patologia, il vostro medico potrà farvi una diagnosi e darvi la cura per la patologia Eliminata questa, il gonfiore addominale sparirà.

Se invece l'eccessiva tensione addominale è dovuta a cause non patologiche, legate alla dieta o agli enzimi, i trattamenti per la cura prevedono l'assunzione di fermenti lattici, per regolare la flora batterica, e l'assunzione di carbone attivo, che assorbono i gas in eccesso Inoltre bisognerà seguire una dieta alimentare che prevede l'eliminazione di certi cibi che favoriscono la creazione di gas come prodotti da forno (pane e pizza), birra, alimenti ricchi di fibra, come legumi, broccoli, kiwi, carciofi ecc..., superalcolici, caffè, latticini e fritture.

cause-del-gonfiore-all'addomeConsigli utili per ridurre il gonfiore addominale

  • Se soffrite di gonfiore intestinale provate da subito a ridurre o eliminare i cibi più aggressivi per l'intestino e masticare lentamente i cibi per bene prima di inghiottirli In questo modo faciliterete la digestione che, come si sa, comincia dalla bocca.
  • Evitate bevande gassate e zuccherate;
  • Limitate la birra, superalcolici e bevande irritanti per le pareti dell'intestino come il caffè.
  • Distanziate i pasti l'uno dall'altro, ma fatene molti durante la giornata, l'ideale sarebbero 5 differenti, 3 principali e 2 secondari.
  • La frutta andrebbe consumata lontano dai pasti principali, ad esempio a merenda, perché facilita la produzione di gas in fase di digestione.
  • Evitate di fumare, perchè il fumo aumenta drasticamente i livelli di gas intestinale.
  • Assumete regolarmente yogurt e probiotici per il ripristino della flora batterica.

Dieta a parte, dedicatevi alla tonificazione dei muscoli addominali per ridurre il gonfiore della pancia, fate regolarmente attività fisica per stimolare il metabolismo basale e consumerete più facilmente i cibi ingeriti.

Non solo contrasterete il gonfiore intestinale, ma vi aiuterà a ritrovare la vostra forma fisica! Infine dedicate qualche minuto al giorno a rilassarvi, perchè una delle cause del gonfiore intestinale è proprio l'accumulo di stress e ansia Leggendo, facendo una passeggiata o dedicandovi al vostro hobby ridurrete il gonfiore della vostra pancia e limiterete i disturbi.

Forse potresti essere interessato anche a:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *