Dieta per perdere liquidi in una settimana

La ritenzione idrica è uno dei principali nemici per almeno il 30% del sesso femminile italiano L'accumulo di liquidi, non essendo smaltiti in modo corretto, ristagnano tra cellula e cellula provocando un gonfiore in alcune parti del corpo come sulle cosce, sull'addome, sui glutei e sulle caviglie alterando il sistema circolatorio delle vene e dei vasi linfatici e facendo comparire sulla pelle un gonfiore anomalo (edema) Il normale metabolismo cellulare, non ricevendo più ossigeno, rallenta la diuresi e provoca l'odiata cellulite, ecco quindi che arriva in soccorso la dieta per perdere liquidi in una settimana.

Cosa fare prima di cominciare la dieta

Prima di iniziare una qualsiasi dieta per eliminare liquidi e grassi in eccesso dobbiamo assicurarci di non soffrire di insufficienza renale o cardiaca, allergie, intolleranze alimentari, ipertensione, patologie del fegato e della vescica In questo caso l'utilità di rivolgersi allo specialista per avere le cure adeguate è la prima cosa da fare indipendentemente dalla ritenzione idrica.dieta-per-perdere-liquidi-in-una-settimana

Alcuni consigli per cominciare la dieta per perdere liquidi in una settimana

Esistono molti cibi che aiutano a combattere la perdita di liquidi ma, prima di affrontare qualsiasi dieta per perdere liquidi in una settimana dobbiamo seguire alcune regole lo scopo di avere risultati soddisfacenti.

  • Fare almeno cinque pasti spalmati nell'arco della giornata;
  • Praticare una moderata attività fisica, basta una lunga passeggiata o una breve corsa almeno tre volte a settimana;
  • Bere almeno 2 litri di liquidi al giorno fra acqua, tè e tisane Il tè verde è particolarmente consigliato perché ha un effetto drenante e accelera il metabolismo L'acqua dovrebbe essere minimamente mineralizzata con un residuo fisso inferiore a 200mg/l e ovviamente povera di sodio.
  • Utilizzare due cucchiai di olio extravergine al giorno dosandoli per condire le verdure e dare più sapore al cibo;
  • Mangiare abbondanti porzioni di frutta (pomeplemi, ananas, arance, anguria) e verdura (asparagi altamente diuretici, cipolle, lattuga) con vitamine antiossidanti come la vitamina C contenuta nel ribes nero e nei mirtilli;
  • I cereali integrali contengono molte fibre mentre il riso ed il mais saziano ma hanno poche calorie;
  • Lo yogurt, usato in preferenza nei due spuntini di metà mattina e metà pomeriggio, aiuta a mantenere in salute l'intestino grazie ai suoi fermenti lattici;
  • Evitare gli alimenti che contengono lievito perché affaticano reni e fegato provocando gonfiore;
  • Diminuire l'uso del sale sostituendolo con spezie, aceto e succo di limone evitando cibi in scatola e affettati;
  • Non esagerare con bevande gassate e non bere alcolici e superalcolici;
  • Limitare il consumo di cibi fritti,  legumi che gonfiano e formaggi grassi e fermentati.

La dieta giusta per perdere liquidi in una settimana

Vi lasciamo qui sotto una dieta depurativa, disintossicante e sgonfiante da seguire per sette giorni, è un modo per dare un aiuto concreto a chi desidera consultare una tabella e scegliere fra le varie opzioni di cibo da assumere, vi avvertiamo però che questo tipo di alimentazione non va protratta per troppo tempo, infatti la dieta per perdere liquidi in una settimana serve solo per scendere di qualche chilo prima della prova costume o disintossicare l'organismo.

  • Colazione: scegliere fra fiocchi di avena con frutta secca, una mela, una pera, un pompelmo, yogurt con una fetta di pane integrale.
  • Spuntino di metà mattina e metà pomeriggio: un frutto e una tazza di tè verde oppure una tisana a base di melissa, menta, ortica, sambuco ed equiseto unita ad una manciata di frutta secca, una ciotola di frutti di bosco.
  • Pranzo: zuppa o vellutata di cipolle, insalata, finocchi lessi conditi con un cucchiaino di olio di oliva, riso integrale con sugo al pomodoro, un panino integrale, carni bianche come pollo alle mandorle, tacchino e vitello ai ferri, pesce come sogliola, merluzzo, nasello, spigola orata evitando invece il salmone e lo sgombro perché molto calorici e poco digeribili.
  • Cena: minestrone di verdure condito con un cucchiaino di olio di oliva extravergine, riso integrale con una spolverata di parmigiano, uova strapazzate con asparagi, cavolo cappuccio crudo, 50 grammi di formaggio fresco, patate e verza.

Perdi peso con l'aiuto di madre naturaalimenti-giusti-per-perdere-liquidi

La natura è un alleato importante per depurarsi e perdere liquidi in maniera naturale Le erbe officinali, preparate sotto forma di tisane liquide o succhi, contengono sostanze che aiutano il nostro fisico ad espellere le tossine in eccesso Ecco alcune delle più importanti che aiutano ad accelerare il processo depurativo.

  • Tarassaco: drena e depura il fegato perché contiene tarassicina stimolando la produzione di bile e facilitando lo svuotamento della cistifellea.
  • Carciofo: oltre alle sue proprietà depurative favorisce il funzionamento dell'intestino.
  • Ortica: ottima bevanda depurativa che si ottiene dall'infusione delle sue foglie.
  • Bardana: elimina liquidi e tossine in eccesso stimolando la diuresi.
  • Cardo Mariano: molto utile per il fegato.
  • Cicoria: aiuta a superare le insufficienze biliari grazie alle sostanze amare che contiene.
  • Tamarindo: il suo succo favorisce l'organismo a depurarsi.
  • Prugna: anche qui il suo succo è altamente disintossicante.

Quali sono gli alimenti da evitare per perdere liquidi

Il consumo dei soli alimenti diuretici non bastano a drenare il nostro organismo da scorie e tossine in eccesso ma dobbiamo per prima cosa eliminare i principali alimenti che causano la ritenzione idrica come il sale in eccesso, gli zuccheri e i dolci, il lievito, il monoglutammato di sodio (esaltatore di sapidità presente oltre che nel dado anche in tanti prodotti di gastronomia, nei surgelati e nei prodotti in scatola) ed il glutine che, in alcuni casi, produce ritenzione idrica Bisogna sapere che un alimento crudo ha sempre più proprietà diuretiche di uno cotto perché, ad esempio, nell'acqua di cottura se ne va anche l'acqua di vegetazione dello stesso.

Inserire nella nostra dieta una quantità minima di carboidrati (pane, pasta, dolci) potrebbe manifestare problemi di alitosi, spossatezza, stipsi ed insonnia La loro mancanza,  per il nostro organismo, porterà alla perdita di nutrienti e sali minerali che sono una riserva di energia necessaria a bruciare i grassi in eccesso.

L'assunzione di certi farmaci hanno tra le controindicazioni la ritenzione di liquidi I cortisonici, gli antiinfiammatori, la pillola contraccettiva oppure gli ormoni che vengono prescritti durante la menopausa e anche l'assunzione di antibiotici sono pericolosi e, la miglior cosa da fare è la sospensione del farmaco che va sostituito dopo aver consultato il nostro medico e fatto presente il problema, ma solo sotto approvazione medica!

Altre volte, incautamente, appena ci sentiamo “gonfi” ricorriamo ai diuretici che danno un immediato sollievo ma non risolvono il problema che si ripresenterà alla prima occasione con rischi di effetti collaterali da non sottovalutare.

Esistono tanti tipi di diete specifiche per perdere liquidi in una settimana e purificare l'organismo che, se seguite uno o due volte in un anno per circa sette giorni, non fanno male e non presentano controindicazioni serie per chi ha necessità di ritrovare la forma fisica Diverso il discorso per coloro che intendono seguirla per lunghi periodi perché, senza il controllo dello specialista, risulterà pericoloso e ci potrebbero essere conseguenze importanti per la salute, quindi non fatelo!

Forse potresti essere interessato anche a:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *